Mercoledì 17 Febbraio 2016 - 13:45

Oscar, Morricone: Spero che questa sia la volta buona

Il compositore, in corsa per la sesta volta, è in nomination per le musiche del film 'The Hateful Eight'

Ennio Morricone

Ennio Morricone è in corsa per l'Oscar per la sesta volta e non nega di voler ricevere l'ambita statuetta d'oro il prossimo 28 febbraio a Hollywood per le musiche del film 'The Hateful Eight'. "Spero che questa sia la volta buona", ha detto il maestro 87enne in un'intervista rilasciata a Reuters.

Il compositore, musicista e direttore d'orchestra italiano, con una formazione da trombettista, ha composto a partire dal 1946 più di 100 brani classici e ha scritto le musiche di più di 500 tra film e serie tv. Al suo attivo ha sei candidature agli Oscar, compresa quest'ultima. La prima è stata nel 1979 per 'I giorni del cielo', poi è arrivata la nomination per 'Mission' nel 1987, seguita da quella del 1988 per 'Gli intoccabili'. Nel 1992 è stato nominato dall'Academy per 'Bugsy' e nel 2001 per 'Malena'. Quest'anno, invece, è in corsa con il film di Quentin Tarantino 'The Hateful Eight'.

"Non sono certo che accadrà, ma sono sereno e pieno di speranza che possa andare bene", ha detto Morricone che nel 2007 ha ricevuto l'Oscar onorario alla carriera per "i suoi magnifici e sfaccettati contributi all'arte della musica da film".

Le partiture di 'The Hateful Eight' hanno già vinto un Golden Globe e un British Academy of Film and Televison (Bafta), due premi consideratil'anticamera della notte degli Oscar.

"E' qualcosa di sorprendente e inaspettato, perché nel mio lavoro non si pensa alle conseguenze positive o negative - ha spiegato il maestro -. In linea di massima non ci sono quelle negative a meno che il film non abbia successo o alla gente non piacciono le musiche. Ma questa volta tutto è andato bene, grazie al cielo. Sono molto contento". Due giorni prima della cerimonia degli Oscar, Ennio Morricone riceverà la sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood, alla presenza del regista Tarantino.

Nato a Roma nel 1928, Morricone ha iniziato a comporre le colonne sonore dei film nel 1961 con la pellicola di Luciano Salce 'Il federale'. La fama mondiale come compositore è arrivata però con le musiche prodotte per il genere cinematografico western all'italiana che lo portarono a lavorare al fianco di Sergio Leone nella 'trilogia del dollaro' ('Per un pugno di dollari' 1964, 'Per qualche dollaro in più', 1965, 'Il buono, il brutto e il cattivo', 1966) e in 'C'era una volta il West' (1968). Poi fu la volta della serie 'Ringo' di Duccio Tessari iniziata nel 1965 ('Una pistola per Ringo' e 'Il ritorno di Ringo'). E nel 1968 con Sergio Corbucci ne 'Il mercenario' e 'Il grande silenzio'.

Alla domanda sul suo regista preferito, Morricone ha scelto di non rispondere: "Ci sono quelli che preferisco - ha detto - ma non voglio menzionarli perché ce n'è più di uno".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Tom Hanks lancia programma di assistenza a veterani invalidi

Tom Hanks lancia programma di assistenza a veterani invalidi

Ha dato il via all'iniziativa insieme all'ex senatrice Elizabeth Dole

A Los Angeles in vendita la villa di DiCaprio per 2,4 milioni di dollari

A Los Angeles in vendita la villa di DiCaprio per 2,4 milioni di dollari

Quattro camere da letto, tre bagni e una piscina da mille e una notte

'Fuocoammare' di Rosi candidato italiano all'Oscar

E' 'Fuocoammare' di Rosi il film italiano candidato all'Oscar

Il film sui migranti ambientato a Lampedusa ha già vinto l'Orso d'oro a Berlino

Morandi 'casalingo' dopo polemiche su spesa di domenica: Non mi muovo

Morandi 'casalingo' dopo polemiche su spesa di domenica

Una settimana fa la pioggia di critiche su Facebook