Venerdì 16 Dicembre 2016 - 09:45

Oscar, Fuocoammare escluso da nomination per film straniero

La pellicola rimane in corsa tra i documentari

Oscar, Fuocoammare escluso dalla nomination per film straniero

Tra i nove film in lingua non inglese preselezionati per la nomination ai premi Oscar non c'è 'Fuocoammare' di Gianfranco Rosi. I siti web americani hanno pubblicato la 'shortlist' dei film che l'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha scelto come possibili candidati, tra gli 85 inizialmente presentati, e destinati a diventare cinque nella successiva selezione. Manca tra essi la pellicola di Rosi, vincitrice dell'Orso d'oro alla Berlinale 2016 e del premio come miglior documentario agli European Film Awards. Il film italiano resta invece incluso nella lista di 15 documentari selezionati, tra cui sarà scelta la cinquina che concorrerà per la statuetta riservata alla categoria. Le nomination saranno annunciate il 24 gennaio e la cerimonia di premiazione si terrà il 26 febbraio. I film che ottengono la nomination sono: l'autraliano 'Tanna' di Bentley Dean e Martin Butler; il canadese 'It's Only the End of the World' di Xavier Dolan; il danese 'Land of Mine' di Martin Zandvliet; il tedesco 'Toni Erdmann' di Maren Ade; l'iraniano 'The Salesman' di Asghar Farhadi; il norvegese 'The King's Choice' di Erik Poppe; il russo 'Paradise' di Andrei Konchalovsky; lo svedese 'A Man Called Ove' di Hannes Holm; lo svizzero 'My Life as a Zucchini' di Claude Barras.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Archival Cinema and Entertainment

Molestie, Brigitte Bardot bacchetta le colleghe 'civette' per un ruolo

Per l'ex icona del cinema la denuncia da parte di molte attrici è "nella maggior parte dei casi, ipocrita, ridicola, irrilevante"

Nuova indagine su Kevin Spacey per aggressione sessuale

Aperta a Londra un'inchiesta dopo una denuncia per presunte molestie avvenute nel 2005

Woody Allen in conferenza stampa

Molestie, Woody Allen smentisce di nuovo le accuse di Dylan Farrow: "E' stata sua madre a convincerla"

Secondo il regista, stanno "cinicamente" approfittando del movimento anti-molestie per rilanciare delle "accuse screditate"

Photocall del film "The post"

The Post, Spielberg racconta il giornalismo: “Con Trump la libertà di stampa è in pericolo”

Il regista Steven Spielberg e i protagonisti Tom Hanks e Meryl Streep a Milano per presentare in anteprima il loro prossimo film, inelle sale italiane dale 1 febbraio