Lunedì 05 Giugno 2017 - 10:00

Orlando: Se per Alfano Renzi è serial killer, lui è complice

A proposito di legge elettorale commenta parole leader Ap

Orlando: Se per Alfano Renzi è serial killer, lui è complice

 "Capisco l'amarezza di Alfano, ma se Renzi è un serial killer, cosa che escluderei, allora lui è quanto meno il complice degli omicidi". Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, intervistato da Giovanni Minoli a Mix 24 a Radio 24, commentando le parole del leader di Ap e ministro degli Esteri sul segretario del Pd.  "In politica - ha aggiunto - non si può dire qualsiasi cosa, andrebbero pesate un po' di più le parole".

Alla domanda di Minoli se Renzi sia cambiato e quale sia il rapporto  il suo rapporto, Orlando ha risposto che ora "il rapporto con Renzi è dialettico e leale. Non ho trovato però una metamorfosi sconvolgente".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito

Cdp, chi è Palermo: manager interno che ha lavorato a Fincantieri

Lavora già a Cdp da quasi 4 anni, dove è Chief Financial Officer

Camera dei Deputati - Voto di fiducia al governo Conte

Cdp, c'è l'accordo sulle nomine: l'ad sarà Fabrizio Palermo. Fumata bianca dopo il vertice a Palazzo Chigi

Sbloccato l'impasse. Di Maio: "L'intesa è un'ottima notizia". Tria incassa la nomina desiderata al Tesoro: Rivera nuovo dg