Giovedì 28 Settembre 2017 - 11:45

Orfini (Pd): "Sulla Commissione d'inchiesta sulle banche, Grillo dice cose demenziali"

Il presidente del Pd interviene dopo l'attacco M5S sulla nomina di Casini presidente: "Vogliono buttarla in caciara"

Congresso del PD Romano

"I grillini vogliono buttare all'aria la Commissione d'inchiesta sulle banche". E' il punto dui vista di Matteo Orfini, presidente del Pd dopo le dichiarazioni di ieri di Grillo (sul blog) secondo cui l'elezione a presidente della commissione di Pierferdinando Casini sarebbe "un atto di guerra". "Ho sentito commenti demenziali di Grillo che evidentemente vuole che questa commissione non funzioni". Orfini ne ha parlato a margine di un evento della Fiom a Torino. "Se l'elezione del presidente Casini viene considerata un atto di guerra come ha detto Grillo è chiaro che c'è la volontà, come si dice a Roma, di buttarla in caciara", ha aggiunto

Secondo Orfini la Commissione deve funzionare davvero e presto: "Il Pd vuole che la commissione discuta, che analizzi fino in fondo tutto quello che c'è da analizzare senza preoccupazioni, senza reticenze, senza melina, che lo faccia prima possibile nell'interesse dei cittadini e del Paese". E poi: "C'è la richiesta del presidente Casini di convocare la commissione anche il venerdì, ma c'è bisogno della volontà di tutti per farla funzionare".

Legge elettorale - Orfini ha parlato anche della legge elettorale: "È l'ennesimo e ultimo tentativo che stiamo facendo per raccogliere una giusta sollecitazione del capo dello Stato e verificare se le altre forze politiche questa volta si comporteranno seriamente.Tutti i precedenti tentativi sono falliti, non per colpa de Pd. Noi ci abbiamo sempre creduto, poi ogni volta è andata male, non per colpa nostra".

Legge antimafia: - Il presidente del Pd ha affrontato anche la questione della nuova normativa antimafia:

"Dico la mia posizione da parlamentare e da cittadino, non da presidente del partito: l'equiparazione tra corruzione e mafia in quella legge è sbagliata. Quell'articolo del testo, per il resto positivo, è una forzatura, un cedimento a una visione giustizialista del diritto, secondo me abbastanza incompatibile con i principi a cui dovremmo ispirarci. Però evidentemente, come spesso capita, sono in minoranza", Un accordo per cambiarla? "Non penso ci sia un accordo e se c'è non l'ho fatto io".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni riceve il Premier bulgaro a Palazzo Chigi

Gentiloni: "La crescita c'è. Non siamo più il fanalino di coda d'Europa"

Il premier risponde al vice commissario Ue, Katainen che aveva attaccato i nostri conti pubblici: "Dobbiamo saper cogliere l'occasione"

Matteo Salvini visita la zona rossa del paese terremotato di Visso

Decreto fisco. Arriva la norma "salva nonna Peppina"

Emendamento in commissione Bilancio. Non vengono abbattute le case abusive se davvero necessarie e fino al ritorno alla normalità

Dl fisco, stop a rate mutui nelle zone terremotate fino al 2020

La proposta in un maxiemendamento del governo al decreto in esame in commissione Bilancio al Senato

Annual meeting cuamm Medici con l'Africa

Istat: il Pil va meglio del previsto: più 1,8% sul 2016. Esulta Gentiloni

Il dato del terzo trimestre 2017 superiore agli auspici dei tecnici. Il premier: "Merito di famiglie, lavoratori e imprese"