Sabato 08 Ottobre 2016 - 18:15

Operazione antiterrorismo in Germania: siriano in fuga

L'uomo sarebbe Jaber Albakr, nato il 10 gennaio 1994 nei pressi di Damasco

Operazione antiterrorismo in Germania: 3 fermati, siriano in fuga

La polizia tedesca a Chemnitz, in Sassonia, sta dando la caccia a un uomo nato in Siria, sospettato di aver pianificato un attentato dinamitardo e nel cui appartamento durante un blitz sono stati trovati esplosivi. Secondo fonti citate dai media, il suo obiettivo sarebbe stato un aeroporto della Germania e per fonti di sicurezza anonime, riprese da Dpa, ci sarebbe un legame con il gruppo terroristico dello Stato islamico.

La polizia ha diffuso un identikit dell'uomo, chiedendo "collaborazione nella ricerca di una persona che si sospetta preparasse un attentato esplosivo". Lo ha identificato come Jaber Albakr, nato il 10 gennaio 1994 nei pressi di Damasco. L'uomo indosserebbe una felpa scura con cappuccio, che indossava l'ultima volta che è stato visto, e sarebbe "pericoloso" secondo le autorità. "La caccia al sospettato è in corso. Al momento non sappiamo dove sia e che cosa porti con sé. State attenti", ha scritto la polizia della Sassonia sul suo profilo Twitter.
 

Nel raid di questa mattina, la polizia ha fatto irruzione nell'appartamento dell'uomo, nel quartiere di Fritz-Heckert. Non lo ha trovato, ma dopo aver inizialmente rilevato tracce di esplosivo ha poi rinvenuto "centinaia di grammi di esplosivo". Per questo le autorità hanno poi fatto evacuare zone ulteriori a quelle già fatte abbandonare dai residenti. Una vasta zona ore fa era stata isolata e agli abitanti era stato chiesto di rimanere in casa.

Tre persone sono in seguito state fermate nel pomeriggio, due vicino alla stazione centrale, che è stata parzialmente chiusa, e una nel centro città. Le autorità hanno precisato che si tratta di "contatti o stretti conoscenti" del 22enne. "Gli interrogatori proseguono, dobbiamo aspettarne gli esiti", ha detto il portavoce della polizia, Tom Bernhardt. Nel luglio scorso, lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità di attacchi a un treno vicino a Wuerzburg e a un festival musicale ad Ansbach.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono