Venerdì 15 Gennaio 2016 - 10:00

Omicidio Macchi: arrestato dopo 30 anni compagno di liceo

Secondo gli investigatori sarebbe stato lui ad uccidere con 29 coltellate la 19enne

Arrestato il presunto killer dopo quasi 30 anni

A distanza di 30 anni dall'omicidio di Lidia Macchi, studentessa uccisa nel gennaio del 1987 in un boschetto vicino all'ospedale di Cittiglio, vicino a Varese, è stato arrestato il suo presunto killer. Si tratta di un ex compagno di liceo della vittima, Stefano Binda, 47 anni, di Brebbia in provincia di Varese. Secondo gli investigatori sarebbe stato lui ad uccidere con 29 coltellate la 19enne.

 

La polizia lo ha arrestato questa mattina nella sua casa. Secondo gli investigatori, sarebbe stato lui a spedire alla famiglia della ragazza una lettera anonima nei giorni successivi al delitto, missiva nella quale si alludeva alla vita privata della 19enne vicina a Comunione e LiberazioneLe indagini sono state riaperte dal sostituto pg di Milano Carmen Manfredda nel 2013 e nei giorno scorsi ci sono stati importanti sviluppi, che hanno portato all'arresto di questa mattina.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'Aquila, truffa sui fondi del terremoto: scatta il sequestro

L'Aquila, truffa sui fondi del terremoto: scatta il sequestro

Richiesti 470mila euro di contributi attraverso false autocertificazioni

Papa: Responsabili bombardamenti Aleppo risponderanno a Dio

Papa: Responsabili bombardamenti Aleppo risponderanno a Dio

"Esprimo profondo dolore e viva preoccupazione per la martoriata Siria"

Torino, suore lasciano il velo per sposarsi

Torino, suore lasciano il velo per sposarsi

L'unione civile celebrata a Pinerolo dal sindaco 5 Stelle

Lombardia, blitz antidroga: 25 arresti, tra i pusher anche un 14enne

Lombardia, blitz antidroga: 25 arresti, tra pusher anche un 14enne

Smantellata una rete criminale che gestiva ingenti quantità di cocaina e hashish