Lunedì 29 Agosto 2016 - 12:45

Olanda, aumentano i pidocchi nei licei: è colpa dei selfie

A dare l'allarme l'istituto nazionale di sanità pubblica

Olanda, aumentano i pidocchi nei licei: è colpa dei selfie

La febbre dei selfie sarebbe dietro all'aumento della trasmissione dei pidocchi fra gli alunni delle scuole superiori in Olanda. È quanto sostiene uno studio dell'istituto nazionale olandese di sanità pubblica (Rivm) pubblicato oggi. "Credo che il motivo sia il comportamento degli studenti della scuola secondaria. Ci sono molti abbracci e quando si fanno i selfie i capelli dei giovani entrano in contatto, e questo permette il passaggio degli insetti", ha spiegato Desiree Beaujan, esperta di questo tipo di parassiti, al sito web della tv olandese Rtl.

Secondo lo studio, in Olanda il 28% degli alunni della scuola primaria e il 19% di quelli che frequentano la scuola secondaria hanno i pidocchi. E di fronte alla diffusione di questi parassiti fra gli adolescenti il Rivm intende modificare le sue campagne di prevenzione e di sensibilizzazione fra gli alunni delle superiori. Lo studio, realizzato su 2mila volontari, ha anche confermato che tre quarti delle infezioni da pidocchi si sviluppano nei capelli delle bambine, di solito più lunghi di quelli dei bambini. Inoltre l'istituto nazionale olandese di sanità pubblica ha rilevato che anche un adulto su 10 ha i pidocchi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Princess of Asturias Awards 2017 in Oviedo

Catalogna, re Felipe: "È e sarà parte Spagna, secessione inaccettabile"

Un nuovo messaggio del monarca alla vigilia dell'applicazione dell'articolo 155 da parte del governo Rajoy

Afghanistan, ancora un attacco suicida nei pressi di una moschea sciita

Afghanistan, attacchi kamikaze in due moschee: 50 morti

Le diverse esplosioni sono avvenute mentre i fedeli si raccoglievano per la preghiera

Obama in supporto del candidato democratico Northon in Virginia

Usa, il ritorno di Obama in politica. E Bush gli fa eco (contro Trump)

Un passo molto atteso dai sostenitori dell'ex presidente

Corea del Nord, Kim Jong Un presenzia al lancio di un missile Hwasong-12

Nord Corea insiste sul nucleare: "È questione di vita o di morte"

Il direttore generale del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri: "Risponderemo al fuoco con il fuoco"