Mercoledì 28 Dicembre 2016 - 17:00

Obama vuole punire Mosca per ingerenze voto: pronte sanzioni

La Russia replica: "Risponderemo in caso di nuovi passi ostili"

Obama vuole punire Mosca per ingerenze nel voto: pronte sanzioni economiche

L'amministrazione Obama sta per annunciare, entro questa settimana, una serie di misure per punire la Russia per la sua ingerenza nelle elezioni presidenziali Usa dell'8 novembre 2016. Tra i provvedimenti ci sono sanzioni economiche e censura diplomatica. È quanto riporta il Washington Post, citando fonti ufficiali Usa secondo cui il piano, di cui si stanno mettendo a punto i dettagli, prevedrebbe anche operazioni informatiche sotto copertura.

LEGGI ANCHE Usa 2016, Cia avverte: Russia intervenuta per far vincere Trump

La decisione delle sanzioni giunge dopo settimane di dibattito alla Casa Bianca su come rivedere un ordine esecutivo del 2015, che mirava a dare al presidente l'autorità per rispondere ai cyber-attacchi oltreoceano ma non copriva i casi di tentativo di influenza sul sistema elettorale. L'amministrazione sta provando a fare in modo da adattare questo al caso della Russia. Sempre secondo le fonti, le autorità vorrebbero anche rendere più difficile per il presidente eletto Usa Donald Trump ridimensionare le azioni che verranno intraprese.

LA RISPOSTA DI MOSCA. Se gli Stati Uniti intraprenderanno nuovi passi ostili contro la Russia, riceveranno una risposta. È quanto afferma il ministero degli Esteri russo, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Interfax, in risposta alle prossime misure dell'amministrazione Obama. La risposta di Mosca, fa sapere ancora il ministero degli Esteri russo, riguarderebbe ogni tipo di azione contro missioni diplomatiche russe.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona, padre di Bruno: "Mio nipote salvo per mia nuora"

Il racconto del papà di Gulotta, il 35enne italiano morto nell'attentato terroristico sulle Ramblas: "Mi sento vuoto"

FILE PHOTO: National Constituent Assembly's President Delcy Rodriguez speaks during a session of the assembly at Palacio Federal Legislativo in Caracas

Venezuela, parlamento rifiuta 'scioglimento' da Costituente

L'assemblea eletta lo scorso 30 luglio ha approvato oggi un decreto con cui assume il potere di votare le leggi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie

FILE PHOTO: U.S. President Donald Trump talks to senior staff Steve Bannon during a swearing in ceremony for senior staff at the White House in Washington

Usa, ultimo giorno del consigliere Bannon alla Casa Bianca

Nel mirino i suoi stretti legami con i gruppi di estrema destra