Martedì 09 Maggio 2017 - 12:00

Obama in visita al Cenacolo: "E' innamorato dell'Italia"

Lo ha raccontato il ministro Franceschini che ha accompagnato l'ex presidente Usa

Obama in visita al Cenacolo: è innamorato dell'Italia

L'ex presidente americano Barack Obama ha visitato a Milano il Cenacolo vinciano. Ad accompagnarlo il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, arrivato prima di lui su un'altra auto. Nel pomeriggio Obama interverrà a 'Seeds&Chips', summit sulla food innovation a Rho (Milano). 

"Obama è rimasto affascinato dallo splendore dell'Ultima cena di Leonardo, ha fatto molte domande al direttore, ha dimostrato ancora una volta di essere un uomo innamorato dell'Italia e della bellezza italiana". Lo ha detto il ministro Franceschini dopo la visita. 

LEGGI ANCHE Spinta Obama per 'made in Italy: +73% negli 8 anni da presidente

L'ex presidente Usa ha ammesso di essere venuto perché glielo aveva raccomandato Michelle dopo la sua visita con le figlie in occasione di Expo. Lo ha raccontato la direttrice del Cenacolo vinciano Chiara Rostagno, che ha aggiunto: "Il ministro Franceschini durante la visita ha annunciato una serie di eventi speciali per il 2019, per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, e Obama ha sorriso dicendo che allora tornerà". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

CHINA-TIBET-LHASA-COLORFUL CLOUD (CN)

Ancora brutto tempo: il meteo del 16 e 17 gennaio

Nuvole e pioggia in tutte le regioni

Migranti, blitz contro il traffico di permessi di soggiorno: 19 arresti

Sono 24 le misure cautelari eseguite complessivamente dalla polizia di Pistoia. Altre 240 persone denunciate

Nubifragio a Livorno.

Alluvione Livorno, Nogarin indagato per concorso in omicidio colposo

È stato lo stesso sindaco a dare la notizia su Facebook

Luigi Di Maio ospite a "Porta a Porta"

Vaccini, Di Maio come Salvini: "Niente obblighi, solo raccomandazioni"

La dichiarazione del candidato premier M5s ha ricordato a molti quella del leader della Lega sullo stesso tema