Lunedì 10 Ottobre 2011 - 13:10

Notte anti-movida organizzata dal Campidoglio con Alemanno rocciatore

alemanno

Roma, 10 ott. (LaPresse) - Si è inaugurata domenica 9 ottobre alle 21 'la Notte dei giovani e dello sport' tra piazza Farnese e piazza Campo de' Fiori, con arrampicata, basket, calcio balilla, ping pong, salto in alto e arti marziali gratis per tutti, un modo diverso di vivere le ore dopo il tramonto per dire no ad alcool e risse, per l'occasione è intervenuto il sindaco Gianni Alemanno che, tra centinaia di ragazzi, si è cimentato in un'arrampicata su una parete artificiale di sei metri e dopo ha giocato una partita di calcio balilla.

"Una suggestione diversa per la movida romana". Queste sono state le parole di commento di Alemanno, che ha espresso così il suo apprezzamento per l'iniziativa dell'assessore alla Famiglia, all'educazione e ai giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo. "Una formula che potrebbe funzionare - ha aggiunto il sindaco - perché alla base degli eccessi della movida c'è la noia e se mettiamo in piazza divertimenti diversi, le notti romane hanno sensi diversi". "Per combattere gli atteggiamenti sbagliati - ha concluso - non bastano solo le multe ma serve un'alternativa". Ma c'è anche un altro evento sportivo che sta a cuore al primo cittadino della capitale. "Bisogna usare molto lo sport - ha dichiarato - per avvicinare la città alle olimpiadi".

L'evento di ieri sera a Campo de'Fiori sarà la prima di una serie di iniziative dedicate alla campagna del comune di Roma 'Riprendiamoci la notte' con l'obiettivo di offrire ai giovani un'alternativa agli eccessi della movida. Sono tre le manifestazioni in programma: si proseguirà infatti giovedì 13 ottobre, alle 20.30 in piazza Santa Maria in Trastevere, con il concerto-concorso 'Roma band' che prevede l'esibizione di giovani formazioni romane, nell'ambito del progetto 'Voci della periferia'. Il giovedì successivo, il 20 ottobre, il museo delle Mura di porta San Sebastiano inaugurerà una mostra di artisti dal titolo 'Giovani talenti', che resterà aperta fino al 20 novembre.

La serata è stata l'occasione per annunciare i vincitori del bando 'eSPORTiamo buoni comportamenti', che ha visto la partecipazione di associazioni sportive romane nella proposta di iniziative formative legate allo sport, come modello di comportamenti leali e non violenti. Agli otto vincitori è andato un premio di 6mila euro per un totale di 48mila euro. L'assessore alla Famiglia, all'educazione e ai giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo ha detto durante la presentazione del progetto, avvenuta domenica mattina in Campidoglio: "Chi l'ha detto che la movida deve essere solo un'esperienza al negativo? Invitiamo i giovani della capitale a vivere una nuova movida romana".

"In questi mesi - ha spiegato - abbiamo intrapreso un percorso per valorizzare il protagonismo giovanile, tant'è che abbiamo deciso di investire oltre 1 milione e 113mila euro nei loro talenti attraversi dei bandi pubblici che hanno riscosso molto successo". E la risposta dei giovani non si è fatta attendere. "Solo per il bando delle idee imprenditoriali - ha concluso De Palo - abbiamo ricevuto 193 progetti di servizi servizi per il Bene Comune della città".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Muore a 170 km/h sull'A1 girando un video: l'appello della madre

Muore a 170 km/h sull'A1 girando un video: l'appello della madre

Ana ha perso la vita a soli 25 anni sull'autostrada a Bologna

Lecco, 78enne ritrovato senza vita in una baita

Lecco, 78enne ritrovato senza vita in una baita

L'allarme di un conoscente che non lo vedeva da qualche giorno

Coldiretti: Nei ristoranti fuorilegge 3 bottiglie di olio su 4

Coldiretti: Nei ristoranti fuorilegge 3 bottiglie di olio su 4

Nel 76% dei casi non viene rispettata la legge europea 2013 bis

Dopo 4 anni lavora 72,8% dei laureati, ma uno su due è precario

Dopo 4 anni lavora 72,8% dei laureati, ma uno su due è precario

Lo comunica l'Istat nel suo report 'I percorsi di studio e lavoro dei diplomati e dei laureati'