Mercoledì 01 Marzo 2017 - 12:00

Norvegia, Corte d'appello: Stato non ha violato diritti umani Breivik

Ribaltata la sentenza del 20 aprile 2016 dove era stato accertato il "trattamento inumano"

Norvegia, Corte d'appello: Stato non ha violato diritti umani Breivik

La Norvegia non ha violato i diritti umani di Anders Behring Breivik, il killer di Olso e Utoya che il 22 luglio del 2011 uccise 77 persone. È quanto ha stabilito la Corte d'appello Borgarting, con sede nella capitale norvegese, ribaltando la sentenza del 20 aprile 2016 della Corte di prima istanza di Oslo, che aveva accertato che Breivik avesse subito  un "trattamento inumano" in base alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo perché viveva in quasi isolamento.

LEGGI ANCHE Breivik vince causa contro Norvegia: violati diritti umani

LE STRAGI. Breivik è stato condannato a 21 anni di carcere per l'esplosione provocata alla sede del governo di Oslo, in cui sono morte otto persone, e per la strage sull'isola di Utoya, a ovest della capitale norvegese. Qui Breivik si trasferì poco dopo l'esplosione della bomba a Oslo e compì un massacro al campo dei giovani laburisti, uccidendo altre 69 persone.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'Angelus della Domenica di Papa Francesco

Barcellona, la condanna del Papa: "Violenza offende Creatore"

Francesco esprime il suo cordoglio per le vittime degli attentati dove hanno perso la vita 14 persone, tra cui due italiani

Viminale. Riunione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza

Barcellona, Minniti: "In Italia attenzione a obiettivi a rischio"

Il ministro dell'Interno invita a tenere alta l'allerta su alcuni luoghi sensibili nel Paese

Barcellona, Luca Russo seconda vittima. Ultimo post: Moriamo senza portare via nulla

Luca Russo di Bassano è la seconda vittima. La fidanzata è ferita

Viveva a Bassano del Grappa, scriveva su fb: "Moriamo senza portare via nulla"

Barcellona, caccia al 17enne Moussa Oukabir: il presunto autore della strage

Barcellona, caccia al 17enne Moussa Oukabir: il presunto autore della strage

Sarebbe armato e viene considerato pericoloso. Suo fratello è stato arrestato ieri