Mercoledì 08 Giugno 2016 - 10:00

Nord Corea, riavviata produzione plutonio per bombe nucleari

Il Dipartimento di Stato Usa accusa Pyongyang di sfidare le sanzioni internazionali

Nord Corea, riavviata produzione plutonio per bombe nucleari

La Corea del Nord ha riavviato la produzione di combustibile al plutonio. Lo ha confermato un funzionario del Dipartimento di Stato Usa, mostrando come Pyongyang abbia intenzione di portare avanti il suo programma di armi nucleari a dispetto delle sanzioni internazionali. L'annuncio da parte degli Stati Uniti arriva dopo che l'Onu ha dato indicazioni secondo cui Pyongyang avrebbe riattivato un impianto per il recupero di plutonio da un reattore di combustibile spento a Yongbyon, il suo principale complesso nucleare. Gli ultimi sviluppi indicano che il governo comunista della Corea del Nord sta lavorando per garantire una fornitura costante di materiali  per costruire testate, nonostante le sanzioni internazionali dopo il suo quarto test nucleare nel mese di gennaio. Il funzionario americano, che ha parlato a Reuters a condizione di anonimato, ha fatto sapere che Washington è preoccupata dal nuovo sforzo di Pyongyang, ma non ha fornito dettagli su un'eventuale risposta degli Stati Uniti. "Tutto in Corea del Nord è motivo di preoccupazione", ha ribadito il funzionario.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%