Sabato 05 Agosto 2017 - 22:00

Gli Usa: "Pronti anche a guerra preventiva con la Corea del Nord"

Trump considera "intollerabile" che il regime abbia "armi nucleari con cui minacciare gli Stati Uniti". Nuove sanzioni dell'Onu

Nord Corea, nuove sanzioni Onu contro Pyongyang. Usa pronti a guerra preventiva

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha imposto nuove sanzioni contro la Corea del Nord. Il regime di Pyongyang ha portato avanti due test missilistici in luglio ed ora si ritrova a dover affrontre misure che potrebbero rallentare il suo export, che ha un valore complessivo di 3 miliardi di dollari all'anno.

Intanto, gli Stati Uniti si stanno preparando a tutte le opzioni per contrastare la minaccia che la Corea del Nord comporta, anche ipotizzando una "guerra preventiva". Ad affermarlo è stato il generale H.R. McMaster, consigliere per la Sicurezza nazionale degli Stati Uniti, in un'intervista all'emittente MSNBC. "Mi sta chiedendo se ci stiamo preparando per una guerra preventiva?", ha risposto al giornalista, proseguendo: "Una guerra che impedirebbe alla Nord Corea di minacciare gli Usa con le armi nucleari. Il presidente è stato molto chiaro su questo: ha detto che non tollererà il fatto che la Corea del Nord minacci gli Usa". Per McMaster, il fatto che "Pyongyang abbia armi nucleari con cui minacciare gli Stati Uniti" è qualcosa che Trump considera "intollerabile".

"Quindi certo, dobbiamo fornire tutte le opzioni per farlo e ciò include una opzione militare", ha concluso il militare. Si è detto inoltre consapevole del fatto che si tratterebbe di "una guerra dagli alti costi in termini di sofferenza, soprattutto dei sudcoreani", sottolineando l'importanza della denuclearizzazione della penisola coreana e segnalando l'importanza dell'incontro di Trump con il presidente Xi Jinping in merito.

Il giornalista gli ha anche domandato se potesse confermare che gli ultimi missili balistici intercontinentali nordcoreani possano raggiungere qualsiasi punto negli Stati Uniti, come ha sostenuto Pyongyang. Gli esperti ritengono che il programma missilistico nordcoreano sia avanzato molto negli ultimi mesi, con progressi che vanno oltre le previsioni. Secondo esperti citati da Newsweek, un attacco contro gli Usa potrebbe uccidere più di 100mila persone se colpisse città molto popolose come New York City o Los Angeles. McMaster ha risposto: "Non lo confermo, ma che possa raggiungere San Francisco, o Pittsburgh, o Washington, mi chiedo, che cosa importa? E' una grave minaccia".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Laurent Wauquiez, the front-runner for the leadership of French conservative party "Les Republicains" (The Republicans) attends a political rally in Saint-Priest

Francia, Wauquiez prende il posto di Sarkozy: "Ricostruirò centrodestra"

È il nuovo leader dei "Republicains" e ora dovrà ricostruire una realtà politica ancora scossa dal fatto di non essere riuscita, per la prima volta nella Quinta Repubblica, ad arrivare al ballottaggio per la presidenza

New York, esplosione a fermata degli autobus di Manhattan

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. "Era collegato all'Isis"

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba. Si chiama Akayed Ullah, ha 27 anni, originario del Bangladesh

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80