Sabato 28 Gennaio 2017 - 16:00

'Non voglio morire per Trump': sospesa agente dei servizi segreti

Indagini dopo un post pubblicato su Facebook

'Non voglio morire per Trump': sospesa agente dei servizi segreti

Un'agente dei servizi segreti americani è stata sospesa per aver scritto sulla propria pagina Facebook di preferire il carcere piuttosto che "ricevere una pallottola" per difendere il presidente Donald Trump. Secondo quanto riporta il Washington Examiner, i servizi segreti hanno già avviato un'indagine contro l'agente Kerry O'Grady, al momento in congedo amministrativo, che continuerà a ricevere comunque lo stipendio finchè l'inchiesta non verrà chiusa. Il post incriminato risale all'ottobre scorso, ma il caso è emerso solo questa settimana: alcuni critici, cita il Washington Examiner, si chiedono come mai ci siano voluti tre mesi per avviare le indagini sull'agente.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Oceano indiano, trovati rottami: si pensa al jet malese scomparso

Il missile che abbattè il volo MH17 fu lanciato da una brigata russa

La rivelazione del Joint Investigation Team che indaga sul caso dell'aereo della Malaysia Airlines

La figlia di M.L. King contro Bannon: "Mio padre fiero di Trump? Sarebbe molto preoccupato"

Bernice King non ha affatto apprezzato l'intervista dell'ex stratega del presidente alla Bbc

Car emissions figures

Germania, Amburgo è la prima città a imporre divieti a veicoli diesel

I veicoli che non rispettino gli standard di emissioni Euro 6 non potranno circolare in una zona di 580 metri della trafficata Max-Brauer-Allee

Georgia, prima donna di colore candidata come governatrice

Stacey Abrams ha vinto le primarie democratiche, a novembre le elezioni