Martedì 02 Maggio 2017 - 12:45

Noemi disegna la capsule collection estiva per Fiorella Rubino

Dopo quasi un anno di collaborazione la cantante aggiunge al ruolo di testimonial anche quello di stilista

Noemi disegna la capsule collection estiva per Fiorella Rubino

 Dopo quasi un anno di collaborazione tra l'artista e il brand di Miroglio Fashion, Noemi aggiunge al ruolo di testimonial anche quello di stilista, confermando la perfetta liaison con il brand. "La musica viene influenzata da culture e ritmi differenti e, a sua volta, contamina altri settori come l'abbigliamento", racconta Noemi. "Nella collezione A/I 2016 mi ero limitata a reinterpretare i capi di Fiorella Rubino giocando a fare mix & match. Nel frattempo, lavorando sempre di più a stretto contatto con gli stilisti del brand, mi sono appassionata e ho cominciato a ragionare su quella che poteva essere la collezione perfetta per me, per i miei gusti, per quando viaggio, tra un concerto e l'altro, per ogni momento della giornata, fin alle situazioni più eleganti su di un palco. Abbiamo così lavorato a 4 mani dando vita a una collezione che mi somiglia. Una collezione con un'anima rock, folk, cosmopolita e femminile - prosegue l'artista -. "La parte rock della collezione trova massima espressione nel giubbino in denim stone-washed arricchito da borchie, oppure nei jeans skinny con abrasioni e strappi. Anche il chiodo in ecopelle borchiato è un capo iconico di noi donne dall'anima rock, ma reso più femminile dai fiori ricamati".
 

La capsule collection 'Fiorella Rubino remix by Noemi' non si ferma però solo alla parte Rock e spazia verso nuove tendenze. "Una mia grande passione da sempre è quella per l'arte e la cultura giapponese. Ho pertanto realizzato delle stampe uniche, meravigliose, dando vita a delle tuniche su un tessuto a raso, con i bordi uniti e le maniche ampie, vago richiamo ai kimono indossati dalle geishe. Ma non è finita. Ho cercato di mixare la cultura orientale con le tendenze del momento attraverso l'uso di stampe di fiori, in più dimensioni. Il risultato sono dei capi Folk, come un pantalone pigiama palazzo, con abbinato un top lingerie nella stessa stampa, o un camicione in creponne leggero lungo fino ai piedi, in stile hippie, ispirazione che ci è arrivata dagli eventi musicali in giro per il mondo". La mini collection termina poi con la parte più elegante e femminile. "In questo caso ho dato vita a capi che valorizzano la sensualità e le forme di noi donne. Ad esempio una tuta in georgette con lo scollo profondo sul davanti e gli inserti in pizzo, aggiunge Noemi.

Il sodalizio tra Noemi e Fiorella Rubino si è pertanto rafforzato dando vita a una collaborazione che va oltre la semplice presenza di una testimonial. Hans Hoegstedt, nuovo AD di Miroglio Fashion, sottolinea questo aspetto: "Da quando abbiamo iniziato a ragionare in termini di stile con Noemi, la collaborazione è diventata ancora più forte e concreta. Lei è riuscita a trasferire la sua energia, vitalità, creatività e musicalità trasformando tutto ciò in una capsule collection che esprime gli stessi valori di Fiorella Rubino, un brand da sempre portatore di valori positivi, autentici, che si identificano al meglio con le nostre clienti". Elisa Guidi, responsabile stile per la capsule collection di Fiorella Rubino conclude: "Con Noemi si è creato un feeling perfetto. Ci capiamo al volo. Le sue idee, i suoi spunti, diventano immediatamente qualcosa di concreto. Noemi è energia allo stato puro".

La collezione 'Fiorella Rubino remix by Noemi' è presente nei 210 negozi monomarca su territorio nazionale e sul canale e-commerce del brand: fiorellarubino.com. Il lancio della capsule collection è stato accompagnato da una campagna stampa sulle principali testate moda, sul web e sulle principali radio.

Scritto da 
  • redazione
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Vogue Party a Parigi

Molestie, modelli accusano il fotografo Testino. Vogue: "Stop collaborazioni"

Dopo il caso Weinstein, lo scandolo coinvole ora il mondo della moda. Nel mirino anche il collega Bruce Weber

Milano, ultimi preparativi per la Prima della Scala

Scala, oggi la prima con il ritorno dell'Andrea Chénier e Anna Netrebko

La protagonista è Anna Netrebko, considerata da molti una nuova Callas

Attesa a Napoli per la pizza patrimonio immateriale dell'Unesco

Unesco, l'arte della pizza diventa patrimonio dell'umanità

Un riconoscimento a lungo atteso, che premia i pizzaiuoli, il loro lavoro, la loro identità