Domenica 11 Dicembre 2016 - 11:45

Nobel sopra le righe: spunta il vestito con il volto di Dylan

A indossarlo Lizette Mususa, moglie del Premio per la Medicina nel 1981

Nobel sopra le righe: spunta il vestito con il volto di Dylan

La cerimonia di Stoccolma con cui, ogni anno vengono assegnati i Premi Nobel, è un evento formale, durante il quale il mondo della cultura si siede, applaude e celebra i vincitori. Di solito tutto si svolge in modo tradizionale e tranquillo, ma l'edizione 2016 è nata sotto la stella dell'originalità. Merito del premio alla Letteratura assegnato a Bob Dylan, unico grande assente alla serata del 10 dicembre. E così, capita anche che un'isospettabile decida di omaggiare a amodo suo il cantautore. E' toccato a Lizette Mususa Reyes, che nel 2008 ha sposato Torsten N. Wiesel, medico e neuroscienziato svedese, vincitore nel 1981 del Premio Nobel per la Medicina, grazie alle scoperte fondamentali sul funzionamento della corteccia visiva primaria. Lizette per la serata di gala ha scelto di indossare un lungo abito verde pastello, con la parte inferiore ricamata con il volto di Bob Dylan e con applicaizoni ispirate proprio al cantautore. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

20 MAY 2008, ROME, ARGENTINA THEATRE: FIRST DAY OF LITERATURES FESTIVAL.

Premio Strega, vince la Janeczek con la storia di Gerda Taro

Dopo 15 anni il riconoscimento tocca a una donna che ha raccontato la storia della grande fotografa morta a soli 26 anni durante la Guerra civile spagnola

Duecento anni di Infinito: "Imparate Leopardi a memoria"

Nell'anniversario della nascita del poeta di Recanati, Alessandro D'Avenia spiega i 3 motivi per cui è ancora importante studiarlo

All'Off Topic di Torino la proiezione di '78 Vai piano ma vinci' di Alice Filippi

Appuntamento mercoledì 20 giugno in via Pallavicino 35: alle 20 l'intervista alla regista, dalle 21.30 la visione del film

'Il volto, riflesso dell’anima': gli scatti di Damiano Andreotti all'Off Topic di Torino

I lavori del fotografo di fama internazionale in mostra fino al 9 giugno nel nuovo hub culturale di via Pallavicino 35