Sabato 10 Dicembre 2016 - 23:15

Nobel, Patti Smith protagonista: ovazione per Dylan assente

La cantante si è commossa mentre intonava 'A Hard Rain's A-Gonna Fall'

Nobel, Patti Smith protagonista: ovazione per Dylan assente

La cantautrice americana Patti Smith è diventata oggi la grande protagonista della cerimonia di premiazione dei premi Nobel, nonostante non fosse lei la vincitrice. Con la sua voce ha infatti eclissato l'assenza di Bob Dylan, a cui è stato assegnato il Nobel della Letteratura e di cui Smith ha intonato 'A Hard Rain's A-Gonna Fall'. Dopo la prima strofa, la cantante si è interrotta, visibilmente commossa. Ha poi chiesto scusa: "Sono molto nervosa", ha spiegato riprendendo a cantare.

Nonostante la sua assenza "per impegni precedenti" abbia creato polemiche e imbarazzi, Bob Dylan ha ricevuto la standing ovation dei presenti nella Sala dei concerti Konserthus. Il nuovo premio Nobel per la letteratura è "un cantante che merita un posto accanto ai greci, con Ovidio, insieme ai visionari romantici, con i re e le regine del blues, insieme ai maestri dimenticati di brillante qualità", ha dichiarato il professor Horace Engdahl dell'Accademia di Svezia presentando il premio. La sua rivoluzione, ha aggiunto, è stata quella di ristabilire "il linguaggio della poesia al suo alto stile,  perso dopo i romantici", ma non "per cantare eternità, ma per parlare di ciò che accade intorno a noi. Come se l'oracolo di Delfi stesse leggendo le notizia della sera". Dylan, ha continuato Engdahl, appartiene al mondo della letteratura, perché "la bellezza delle sue canzoni è inserita nella massima categoria", è un artista che ha cambiato "la nostra idea di ciò che può essere poesia". L'Accademia ha quindi invitato pubblico e letterati a non scandalizzarsi per la scelta. In realtà, ha spiegato ancora Engdhal, le persone "presto smetteranno di paragonanarlo" a musicisti come Woody Guthrie e Hank Williams per fare di lui un nuovo "Blake, Rimbaud, Whitman o Shakespeare".

Engdahl non ha perso l'occasione per fare riferimento a coloro che non hanno accolto con favore l'assegnazione del premio a un cantante e ha ribadito che "se la gente nel mondo letterario si lamenta, deve ricordarsi che gli dei non scrivono, ma ballano e cantano".

La cerimonia è iniziata con un discorso del presidente della Fondazione Nobel, Carl-Henrik Heldin, che ha avvertito della diffusione del populismo e come i leader politici in Europa e negli Stati Uniti "stanno guadagnando voti con la negazione della conoscenza e delle verità scientifiche". "La terribile verità - ha commentato - è che non si può più dare per scontato che la gente creda nella scienza, nei fatti e nella conoscenza".

A consegnare le onorificenze è stato il re di Svezia, Carlo XVI Gustavo: sul palco David Thouless, Ducan Haldane e Michael Kosterlitz per la Fisica; James Fraser Stoddart, Bernad Feringa e Jean-Pierre Savage per la Chimica; Yoshinori Ohsumi per la medicina. Il premio per l'economia è stato consegnato a Oliver Hart e Bengt Homstrom per il loro contributo alla teoria dei contratti.

L'inno nazionale svedese 'Du gmala, du fria' ('Tu antica, tu libera') ha segnato la fine della cerimoni e il re e gli ospiti si sono trasferiti nella sala azzurra del municipio di Stoccolma per il pranzo di gala.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa sulla morte di Giulio Regeni

Regeni, bufera su governo dopo caso Nyt. Famiglia: Andremo al Cairo

Secondo Claudio Regeni e Paola Deffendi sarebbe sufficiente "un po' più di pressione sul governo egiziano" per fare chiarezza

Usa 2016, Donald Trump in campagna elettorale

Hope Hicks, nuova direttrice della comunicazione per Trump

Già nel 2016 era stata la portavoce della campagna elettorale di Donald Trump

AUT, Österreich bereitet Grenzkontrollen zu Italien vor

Migranti, Austria invierà 70 soldati al Brennero

I militari non verranno schierati, né saranno dispiegati carri armati: serviranno ad aiutare nei controlli

Nord Corea, Trump: Da Kim decisione saggia, alternativa era catastrofe

Corea, Trump: Decisione saggia di Kim, alternativa era catastrofe

Kim ha deciso di "osservare per un po'" il comportamento Usa prima di intraprendere la minacciata offensiva contro Guam