Lunedì 18 Luglio 2016 - 18:15

Nizza, verifiche su contatti fra attentatore e tunisino di Bari

Oggi un minuto di silenzio sulla Promenade: il premier Valls fischiato all'arrivo

Nizza, la legione straniera presidia la Promenade des Anglais

Sono 74 i feriti dell'attentato di Nizza che restano ancora in ospedale e 28 di loro sono ancora in condizioni critiche in rianimazione, 19 dei quali in prognosi riservata. Lo ha detto il procuratore di Parigi che si occupa dei casi di terrorismo, François Molins. Degli 84 morti, 71 sono stati identificati formalmente, e i primi corpi identificati sono stati consegnati ai familiari stamattina. In totale sono 303 le persone che sono state curate dai servizi d'emergenza a causa delle ferite riportate nell'attacco. Funzionari dell'antiterrorismo italiani hanno avviato accertamenti su un tunisino residente a Bari che avrebbe parlato al telefono con l'attentatore di Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, poche ore prima dell'attacco in Francia. 

A mezzogiorno si è tenuto, sulla Promenade des Anglais, a Nizza, il minuto di silenzio in onore delle vittime dell'attentato compiuto da Bouhlel. Presente al minuto di silenzio fra gli altri anche il primo ministro Manuel Valls, che è stato fischiato dalla folla al suo arrivo. Alla fine del minuto di silenzio le migliaia di persone radunatesi sulla Promenade hanno cantato l'inno nazionale, la Marsigliese. Il presidente francese Francois Hollande ha invece osservato il minuto di silenzio a Parigi. L'omaggio alle vittime è stato organizzato anche in altri luoghi della Francia sempre a mezzogiorno.

DIFFICILE STABILIRE RAPPORTO DELL'ATTENTATORE CON L'ISIS. Le indagini non hanno ancora stabilito un legame certo fra l'autore dela strage e le reti terroristiche. Lo ha fatto sapere il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve. "Non si può escludere - ha sottolineato - che un individuo squilibrato e molto violento, come sembra si tratti per l'attentatore di Nizza, abbia potuto commettere un crimine del genere nell'ambito di una rapida radicalizzazione". Nella settimana precedente l'attacco, Mohamed Lahouaiej Bouhlel ha svuotato il suo conto in banca, venduto l'auto e annunciato la propria radicalizzazione ai conoscenti, secondo quanto ha rivelato una fonte vicina alle indagini. Tra gli ultimi movimenti bancari del tunisino c'è un acquisto su Internet di 24 euro, che nel saldo appare soltanto con la causale 'Islam' ma che non corrisponde all'indirizzo di alcuna pagina web. La transazione risale al 6 luglio. Il giorno successivo, l'uomo aveva pagato le spese scolastiche dei tre figli. Negli ultimi giorni, avrebbe fatto un versamento alla famiglia a Tunisi di circa 100mila euro, ma dal conto non comparirebbe.

LEGGI ANCHE 'Nizza, attentatore perlustrò la zona prima della strage'

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"

VENEZUELA-ELECTION-PREPARATIONS

Venezuela stremato al voto per le presidenziali: Maduro verso la rielezione

Urne aperte fino alle 18 (mezzanotte in Italia). Schierati circa 300mila militari e poliziotti

Germania, festival neonazista per celebrare il compleanno di Hitler

Germania, due morti in una sparatoria a Saarbrücken

Non si tratterebbe di attentato, ma di un crimine in ambiente familiare