Venerdì 15 Luglio 2016 - 16:00

Nizza, ritrovati due dispersi italiani: sani e salvi ad Avignone

La conferma sui social network

Attentato a Nizza : la situazione dopo la strage

Elena Gallamini e Marco Billi, cercati da amici e parenti attraverso l'hashtag Twitter #recherchenice dopo l'attentato di Nizza di ieri sono sarebbero al sicuro. "Chiedo scusa... Abbiamo trovato Elena Gallamini e Marco Billi. Sono in Avignone... Grazie a tutti per l'aiuto", scrive su Twitter Cristina Gallamini, che prima aveva lanciato l'allarme. "Aggiornamento: i miei amici Elena Gallamini e Marco Billi sono sani e salvi ad avignone", scrive - utilizzando lo stesso hashtag Alessandro Columbu.

"Amici, nemici, redattori e ministri. Io ed Elena Gallamini stiamo bene. Ciao! Fateci finire le vacanze e poi ne riparliamo dai....". Lo scrive su Facebook Marco Billi, cercato su Twitter insieme alla ragazza da amici e parenti dopo l'attentato di Nizza. Dopo la paura, i protagonisti del falso allarme e i loro amici riescono anche a trovare un po' di ironia. "Almeno inventatevi una buona storia per la stampa, che almeno ne sia valsa la pena di andare su tutti i giornali: frichettoni che non siete altro", commenta una loro amica. "Eravamo offline - risponde lui - Cercavamo solo un salotto per bene".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati

Foto tratta dal profilo Twitter

Libano, diplomatica britannica strangolata dopo violenza sessuale

Il suo cadavere è stato trovato sul ciglio di una strada

Igor interrogato in Spagna: "Accetto processo in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna