Venerdì 15 Luglio 2016 - 16:45

Nizza, fermata dalla polizia l'ex moglie dell'attentatore

Gli investigatori stanno cercando di capire i motivi sottesi alla strage

Nizza, fermata dalla polizia l'ex moglie dell'attentore

L'ex moglie dell'attentatore di Nizza è stata fermata dagli investigatori. Lo riporta il quotidiano Nice-Matin citando fonti della polizia. Gli investigatori stanno cercando di stabilire i motivi che hanno spinto l'uomo 31enne a compiere la strage. Gli investigatori stanno anche verificando la probabile presenza di un complice.  Il camion usato per l'attacco di ieri sera a Nizza era stato noleggiato lunedì scorso dall'uomo identificato come l'autore dell'attentato, che ha presentato tutti i documenti necessari per affittare il mezzo. Lo ha rivelato l'emittente televisiva 'France 2'. Mohamed Bouhlel, l'uomo che ha compiuto l'attacco in cui hanno perso la vita almeno 84 persone, aveva noleggiato il mezzo a Saint Laurent du Var, pochi chilometri a ovest di Nizza, ha affermato ancora il canale tv.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FRA, UEFA EL, Olympique Marseille vs Atletico Madrid

Francia, 32enne originario del Burkina Faso picchiato a morte da adolescenti

L'aggressione nel quartiere Saragosse venerdì sera. Massacrato da una gang di giovani, tra i 12 e 14 anni, che avrebbero usato anche il piede di una sedia di plastica

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela Elezioni: Nicolas Maduro al voto

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione