Venerdì 15 Luglio 2016 - 13:30

Nizza, chirurgo italiano: Non ci sono più sale per le autopsie

E' la testimonianza di Antonio Iannelli, medico italiano residente nella città francese

Strage a Nizza: i corpi delle vittime sulla Promenade

"Non ci sono più sale per le autopsie, si stanno facendo nelle aule universitarie". E' la testimonianza di Antonio Iannelli, chirurgo italiano residente a Nizza che parla a SkyTg24. Iannelli era di riposo ed era con la famiglia a ristorante quando è avvenuta la strage. Parlando con i suoi colleghi, ha raccolto alcuni dati sui feriti arrivati in ospedale. "I miei colleghi mi hanno detto che ci sono solo due feriti da arma da fuoco, gli altri hanno patologie da schiacciamento, molte ortopediche", ha aggiunto.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%