Domenica 17 Luglio 2016 - 11:15

Nizza, attentatore perlustrò la zona prima della strage

Rintracciati alcuni italiani, rilasciata la moglie dell'attentatore.

Nizza, la Promenade des Anglais tre giorni dopo la strage

E' stata rintracciata la famiglia Sermoneta, fino a poche ore fa dispersa dopo l'attentato a Nizza. Stanno bene Salvatore Sal Sermoneta, la moglie Wioletta Podpora e la figlia Siead. La notizia è stata data a LaPresse dal vice presidente della Comunità ebraica di Roma, Ruben della Rocca.

IN SMS KILLER HA CHIESTO PIU' ARMI. "Porta più armi, portane da cinque a C". E' il messaggio sms che l'attentatore di Nizza Mohamed Lahouaiej Bouhlel ha inviato alle 22.27, poco prima di compiere l'attentato giovedì, a un destinatario che è già stato arrestato. Identificato attraverso il cellulare trovato all'interno del camion usato per falciare le persona sulla Promenade des Anglais giovedì sera. Non è chiaro che cosa indichi la lettera 'C' nel testo.

PERMESSI DI SEPOLTURA. Oggi una decina di famiglie potrà dare sepoltura ai propri cari vittime dell'attentato di Nizza. Lo ha comunicato la procura di Parigi, citata da Le Figaro. Almeno una decina di permessi verrà concordata per permettere le prime restituzioni delle salme. Attualemente sono state identificate 35 persone su 84 morte.

EX MOGLIE KILLER. E' stata rilasciata l'ex moglie dell'attentatore di NIzza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, che era stata fermata venerdì. "Nessuna incriminazione è stata presentata nei suoi confronti", ha dichiarato una fonte vicina all'inchiesta, citata da Le Figaro. Restano in cella sei persone, due delle quali fermate questa mattina.
Oggi, alle prime ore del mattino, la polizia ha fermato un uomo e una donna. Tutti i fermati fanno parte di una "stretta cerchia" di conoscenze dell'attentatore. Tutti sono stati individuati partendo al cellulare del killer, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, che è stato trovato nella cabina del camion con il quale è entrato sul lungomare.

ITALIANI RINTRACCIATI. Alcuni italiani che erano nella lista dei dispersi dopo l'attentato di Nizza, in Francia, sarebbero stati rintracciati,  Lo riferisce la Farnesina che però specifica che in questo momento "gli accertamenti sono molto delicati, l'attenzione è altissima e l'unità di crisi pienamente al lavoro".

Le operazioni per il riconoscimento delle vittime "sono molto complesse" e delicate per via delle procedure lunghe e precise che le autorità francesi stanno utilizzando, ha spiegato a LaPresse la console italiana a Nizza Serena Lippi.  "In questo momento non abbiamo nessuna notizia, ma come tutte le altre nazionalità", ha specificato riferendosi agli italiani coinvolti, raggiunta da TgCom24. "Io vivo lì - ha raccontato - Non il giorno dopo ma dopo due giorni già le persone correvano sulla promenade, ieri c'erano anche molti bambini alle veglie, sono delle giornate per noi davvero particolari".
 

IL KILLER AVEVA PERLUSTRATO LA ZONA. Secondo le indagini in corso, sembrerebbe che l'attentatore due giorni prima del folle gesto avesse prelustrato l'area della Promenade luogo della strage. Risulta che l'uomo, al volante del camion noleggiato lunedì scorso in una città vicina, sia passato vicino alla promenade sia martedì che mercoledì, come si vedrebbe nelle telecamere di videosorveglianza della città.

RITROVATA CUNEESE DISPERSA. Intanto, Nizza cerca di tornare alla normalità dopo l'attacco del 14 luglio, è stata ritrovata Marinella Ravotti, la donna del Cuneese di cui non si avevano notizie dalla sera della strage su Promenade des anglais. Lo annuncia il fidanzato della figlia, Marcello De Giorgi, su Twitter: "Finalmente abbiamo ritrovato Andrea e Marina, grazie a tutti per l'aiuto". La donna sarebbe ricoverata all'ospedale Pasteur con il marito, Andrea Avagnina, rimasto gravemente ferito. Anche se non c'è ancora certezza sui numeri, sarebbero ancora trenta gli italiani di cui non si hanno notizie. 

ISIS RIVENDICA ATTACCO. Intanto lo Stato islamico ha rivendicato l'attentato a Nizza.

Lo riporta il gruppo di monitoraggio delle attività jihadiste sul web Site. "L'autore dell'attacco condotto a Nizza è un soldato dello Stato islamico. Ha eseguito l'operazione in risposta agli appelli lanciati per colpire i cittadini di Stati che fanno parte della coalizione che combatte lo Stato islamico", si legge nella rivendicazione riferita dall'agenzia Amaq, vicina al gruppo jihadista. Fonti di polizia francesi riferiscono però che non ci sono ancora elementi che accertano i legami tra l'attentatore che ha ucciso 84 persone a Nizza e l'Isis. Sono 121 le persone ricoverate in ospedale dopo la strage, fra le quali 30 bambini. In seguito all'attacco 303 persone hanno ricevuto assistenza nelle strutture sanitarie di Nizza e delle città circostanti.

CAZENEUVE: RAFFORZEREMO FORZE DI SICUREZZA. Cazeneuve ha annunciato in conferenza stampa che verrà rafforzata la presenza delle forze di sicurezza in tutto il Paese e ha chiesto a tutti i patrioti di unirsi alla riserva operativa di gendarmeria e polizia. "È nostra intenzione potenziare la presenza delle forze di sicurezza in tutto il paese, in conformità con le istruzioni del presidente Hollande", ha detto il ministro al termine di una riunione del Consiglio di Sicurezza e Difesa.

Cazeneuve ha spiegato che attualmente ci sono 100.000 persone mobilitate per la sicurezza, di cui 53.000 sono forze di polizia, 36.000 gendarmi e 10.000 militari. Il ministro ha poi ricordato che il livello di minaccia rimane "estremamente alto" e ha detto che i militari dispiegati nel quadro dell'operazione "Sentinelle" è principalmente utilizzato per monitorare i confini e salvaguardare gli eventi culturali in programma questa estate. Ha specificato infine che quest'anno in Francia sono state arrestate 160 persone che stavano progettando attacchi terroristici, anche durante Euro 2016.
 

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"