Mercoledì 18 Maggio 2016 - 14:45

Nigeria, residenti segnalano attacco a gasdotto Eni

Lo conferma un portavoce della società

Nigeria, residenti segnalano attacco a gasdotto Eni

Secondo quanto comunicato dai residenti della zona, degli assalitori sconosciuti avrebbero attaccato un gasdotto di proprietà di Eni nell'area del Delta del Niger. Un portavoce della società, contattato da LaPresse, conferma l'attacco, precisando che la produzione Eni impattata è di 1.000 barili di olio equivalente al giorno. Fonti vicine alla vicenda segnalano che non si tratterebbe di un attacco con esplosivo ma di un sabotaggio.

L'attacco al gasdotto Eni è avvenuto martedì a Ogbembiri, nello Stato di Bayelsa, hanno riferito i residenti. "Non è chiaro se sia dovuto ad attività militanti, a quelle di normali vandali o a quelle di persone pagate da appaltatori per farlo in modo da ottenere contratti per la riparazione", ha dichiarato Eric Omare, un portavoce di Ijaw Youth Council, organizzazione che raccoglie diversi gruppi giovanili della regione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%

Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Macron tende la mano a Conte: "Mai date lezioni agli italiani"

Il presidente francese dice la sua sul nuovo governo

CUBA-AIR-ACCIDENT

Cuba, muore sopravvissuta a schianto aereo: salgono a 112 i morti

Un'altra dei tre sopravvissuti cubani, una donna di 23 anni, era morta lunedì