Martedì 24 Maggio 2016 - 19:30

Niente flirt tra Harry e Pippa, tabloid costretti a rettificare

Interviene l'ente inglese di vigilanza sulla stampa: Diffuse notizie infondate

Niente flirt tra Harry e Pippa, tabloid costretti a rettificare

Nessun flirt con Pippa Middleton, nessun bacio rubato durante il matrimonio di William e Kate e, soprattutto, stop a ogni notizia di stampa che, in un modo o nell'altro, in questi anni ha trasformato il principe Harry in un playboy senza scrupoli. L'Independent Press Standards Organisation (Ipso), l'organizzazione che ha il compito di controllare la stampa britannica, ha accolto le proteste dello stesso principe che aveva accusato il Daily Mail e il Mail Online di aver pubblicato "notizie completamente false" sul suo conto. Per l'Ipso gli autori degli articoli hanno violato i primi tre articoli del Codice deontologico dei redattori, che riguardano la precisione, la possibilità di replica e la privacy delle persone di cui si parla nei pezzi. Per l'ente di controllo gli articoli in questione contenevano informazioni del tutto infondate. Un'opinione analoga è stata espressa dall'Ispo anche per alcuni pezzi pubblicati dal Daily Star, ancora sulla presunta relazione tra Harry e Pippa.

Il giorno delle nozze di William e Kate gli occhi della stampa di tutto il mondo si sono puntati su Pippa, sorella minore della sposa, giovane e bellissima. L'abito fasciante che indossava in chiesa è diventato un'icona e miliardi di parole sono state spese sul suo lato b. Inevitabile, quindi, che la fantasia popolare trasformasse il giovane Harry e la bella Pippa in una coppia vera e propria. Niente di più falso: lo ribadì Harry all'indomani del matrimonio e lo ribadisce oggi l'autorevole ente di controllo della stampa. 

Il principe Harry, in un'intervista rilasciata alla Bbc in occasione dell'apertura degli Invictus Games in Florida, poche settimane fa, aveva già criticato quella che definiva una intrusione "incessante" nella sua vita privata da parte dei media e aveva affermato di voler lavorare duramente per mantenere il più possibile una linea di separazione fra la sua vita pubblica e quella privata. "Alcuni personaggi pubblici - aveva detto - riescono a ottenere un po' di privacy, ma tristemente in alcuni Paesi c'è questa incessante necessità di scoprire ogni piccolo dettaglio su quello che avviene dietro le quinte. Non è necessario".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Rohingya refugees make their way over a bridge at the Kutupalong refugee camp near Cox's Bazar

Birmania, Msf: "6.700 rohingya uccisi in un mese". E il Papa: "Sono loro Gesù"

Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime

Autobombe kamikaze nel centro di Mogadiscio

Somalia, attacco kamikaze contro scuola polizia: almeno 13 morti

Le prime ipotesi guardano al gruppo jihadista Al Shabaab come responsabile

Presentazione del film "Uccisa in attesa di giudizio" a Roma

Michelle Hunziker e la voglia di maternità: "Mia figlia Sole vuole un fratellino"

La showgirl in un'intervista a 'Oggi' confessa il desiderio della bimba e forse anche il suo e di Tomaso Trussardi

Brexit

Brexit, sì del Parlamento Ue all'accordo Londra-Bruxelles

Per Strasburgo l'uscita della Gran Bretagna è "legittima" e l'intesa è sufficiente per aprire la fase due dei negoziati