Lunedì 17 Aprile 2017 - 13:45

Neve e freddo in arrivo: previsto crollo temperature di 10 gradi

Da domani in poi il brusco calo termico interesserà tutta l'Italia

Neve e freddo in arrivo: previsto crollo temperature di 10 gradi

La Pasquetta trascorrerà con ampi rasserenamenti al Nord, sulle regioni centrali tirreniche e sulle isole. Per i prossimi giorni, invece, colpo di coda dell'inverno a causa di un nucleo di aria fredda proveniente dal Nord Europa che causerà un brusco calo termico inizialmente al Nord, da mercoledì anche al Centrosud, con forti venti settentrionali e il ritorno della neve su Alpi orientali e in alcuni settori dell'Appennino. Al Nordest e sulle regioni adriatiche le temperature saranno in diminuzione entro mercoledì anche di 8-10 gradi.

L'aria fredda mercoledì tenderà a propagarsi su tutta Italia, sospinta da sostenuti venti settentrionali. Il clima risulterà più freddo anche al Centrosud, freddo accentuato dall'effetto del vento. La circolazione depressionaria collegata a questa massa d'aria fredda avrà effetti sull'Italia fino a venerdì, mentre nel fine settimana sarà probabile un miglioramento con tempo più stabile e temperature più miti.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova operazione Carabinieri palazzi Athena Zingonia

Mafia, parla nuovo pentito. Cinque arresti: c'è anche il figlio dell'autista di Riina

Per gli inquirenti è il nuovo "reggente" del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni

Maltempo a Roma

Meteo, fine settima variabile: vento forte e neve abbondante sulle Alpi

Le temperature saranno altalenanti: in calo sabato, in temporaneo rialzo domenica, torneranno a diminuire ancora nella giornata di lunedì

Salute, brusco aumento dei casi di influenza: in oltre 2 milioni a letto

Non solo la spremuta d'arancia, tutti i rimedi della nonna contro l'influenza

Gli agricoltori svelano i segreti per curare i malanni di stagione

Questura Milano - Arrestati tre italiani per spaccio, detenzione di armi e ricettazione

Dalla droga alla prostituzione, gli italiani spendono 19 miliardi in attività illegali

E il valore è aumentato negli ultimi 4 anni. La Lombardia è la regione con più elevato numero di segnalazioni