Mercoledì 31 Maggio 2017 - 08:30

Neonato morto a Torino: madre ha confessato l'omicidio

Il piccolo era stato trovato per strada a Settimo Torinese

Neonato abbandonato e morto a Torino: la madre 34enne  ha confessato l'omicidio

Nella notte i carabinieri di Chivasso (Torino) hanno eseguito un fermo, disposto dalla Procura di Ivrea, nei confronti di una donna italiana di 34 anni, ritenuta colpevole dell'omicidio aggravato del neonato, partorito nelle prime ore di ieri, morto dopo essere stato abbandonato a Settimo torinese. La donna ha confessato e ammesso le proprie responsabilità, al momento non sono emerse responsabilità di altre persone.

"La donna ha ammesso di aver partorito ma su tutto il resto ha continuato a dire 'non ricordo'. Non è quindi ancora chiara la dinamica". Lo ha dichiarato  il procuratore di  Ivrea, Giuseppe Ferrando, durante la conferenza stampa per il fermo di una donna di 34 anni per il neonato abbandonato in strada a Settimo torinese, in provincia di Torino, e morto poco dopo in ospedale. " "Quando il piccolo è stato trovato in strada - riferisce Ferrando - si è affacciata al balcone anche lei, col marito, guardando quello che stava accadendo". La donna, riferiscono gli inquirenti, non ricorda nemmeno di essersi sbarazzata del piccolo.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maltempo, nella notte sono caduti circa due metri di neve sul Colle di Sestriere

Paura a Sestriere, slavina travolge un condominio

Sette le famiglie sfollate nella località montana del torinese. Rischio valanghe alto in Piemonte e Valle d'Aosta. Morta una donna a bordo di una ambulanza bloccata da un albero crollato

Brescia, incidente mortale alla gara di auto Malegno Borno

Alessandria, famiglia intossicata dal monossido: 3 morti

Mamma, papà e figlio hanno perso la vita per il malfunzionamento di una caldaia a metano

Nevicata in Piemonte - Disagi sulle autostrade

Allarme maltempo in Valle D'Aosta: Cervinia isolata. Slavina in Valsusa

La Cervino Spa: "Lasciate la località al più presto"