Martedì 04 Aprile 2017 - 07:30

'Ndrangheta, maxioperazioni in Calabria: arresti e sequestri

Le forze dell'ordine stanno colpendo gli interessi economici delle cosche

Rissa in Largo Cairoli, tre ragazzi accoltellati in strada

Due maxioperazioni della polizia di stato sono in corso in Calabria contro una delle più importanti articolazioni territoriali della 'Ndrangheta. I poliziotti della Squadra Mobile di Reggio Calabria, diretti dalla Procura Distrettuale reggina, stanno eseguendo un provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di presunti esponenti e fiancheggiatori di una cosca di Rosarno; l´indagine ha permesso di far luce sulle dinamiche economiche legate soprattutto al trasporto su gomma nella piana di Gioia Tauro (RC). Contestualmente la Squadra Mobile di Catanzaro, diretta dalla locale Procura, sta eseguendo un provvedimento di sequestro per alcune aziende operanti prevalentemente nel settore delle costruzioni, per un valore di alcuni milioni di euro. Entrambe le operazioni sono state coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Controlli di sicurezza per l'Angelus di papa Francesco in piazza san Pietro

Firenze, blitz contro la mafia cinese: 33 ordinanze d'arresto

Le misure sono scattate oltre che in Italia anche in Francia e Spagna

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone