Mercoledì 22 Giugno 2016 - 11:30

'Ndrangheta, estradato da Ginevra boss 'Ntonaci', latitante dal 2013

Il 60enne è accusato di associazione mafiosa, riciclaggio e reimpiego di beni di provenienza illecita

'Ndrangheta, estradato da Ginevra boss 'Ntonaci', latitante dal 2013

E' stato estradato da Ginevra, in Svizzera, il boss Antonio Nucera detto Ntonaci, 60 anni, esponente di vertice della omonima cosca di Condofuri, Reggio Calabria, latitante dal 2013. Nucera era stato arrestato lo scorso 8 marzo a Saas Grund nel Canton Vallese dalla polizia svizzera in quanto ricercato e destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere estesa a livello internazionale per associazione mafiosa, riciclaggio e reimpiego di beni di provenienza illecita.

La sua presenza in Svizzera era stata riscontrata grazie ad attività investigative congiunte, della Polizia di Stato e degli omologhi organismi investigativi federali svizzeri, che hanno portato alla luce le infiltrazioni della menzionata consorteria mafiosa in territorio elvetico. Nucera è stato portato a Fiumicino e dopo le formalità dell'arresto è stato portato dietro le sbarre.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles