Martedì 18 Ottobre 2016 - 08:00

'Ndrangheta, colpo al clan Marrazzo di Crotone: 36 arresti

Sequestrati anche numerosi beni immobili e automezzi

'Ndrangheta, colpo al clan Marrazzo di Crotone: 36 arresti

Colpo alla 'ndrangheta crotonese. Una vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale di Crotone (che si avvale del concorso di unità territoriali di Cosenza e speciali eliportate dei cacciatori e del Goc di Vibo Valentia) e della polizia di Stato (Squadra mobile e Divisione Anticrimine di Catanzaro, con il concorso delle Squadre mobili di Crotone e Cosenza e del Reparto prevenzione crimine Calabria), è in corso questa notte per la cattura di 36 persone, tra capi e gregari, affiliati a una pericolosa organizzazione di ‘ndrangheta facente capo alla famiglia Marrazzo,  attiva nella provincia di Crotone e con ramificazioni nella provincia di Cosenza e in Lombardia.

 

Oltre 200 carabinieri e poliziotti sono impegnati nell'operazione 'Six Towns' a setacciare Sila e Presila crotonese e cosentina, nonché numerose località in Nord Italia. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro hanno consentito di far luce su svariate attività illecite del clan, tra i reati contestati, figura l’omicidio, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, favoreggiamento, ricettazione e numerosi delitti in materia di armi. Sequestrati anche numerosi beni immobili e automezzi nella disponibilità di capi e affiliati. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara