Martedì 12 Luglio 2016 - 08:00

'Ndrangheta, appalti a Reggio Calabria: dieci fermi

Gestivano commesse multimilionare in favore di holding imprenditoriali riconducibili alla criminalità

'Ndrangheta, gestivano appalti di Reggio Calabria: 10 fermi, anche funzionari pubblici

I carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, coadiuvati da comandi provinciali in tutta italia, questa mattina hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto nei cofronti di 10 persone a Reggio Calabria, Roma, Milano, Brescia e Crotone. Il fermo è stato emesso dalla procura Distrettuale antimafia presso il Tribunale di Reggio Calabria nei confronti dei 10 indagati perché ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa, turbata libertà degli incanti, truffa aggravata, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità, intestazione fittizia di beni, estorsione aggravata dal metodo mafioso. Contestata, inoltre, a carico di due società, operanti nel settore della depurazione delle acque e di fornitura di servizio idrico integrato, la responsabilità amministrativa da reato, ai sensi del D.L.vo n. 231/2001.

L'attività d'indagine, avviata sin dal 2013 dal reparto operativo dei carabinieri reggini e mirata a verificare il buon andamento del settore lavori pubblici del comune di Reggio Calabria, ha dimostrato l’esistenza di un 'comitato d’affari' composto da dirigenti e funzionari pubblici e imprenditori, capace di gestire la 'macchina amministrativa comunale' nell’interesse della ‘ndrangheta, che riusciva a orientare, aggirando ed eludendo la normativa antimafia, la concessione di appalti multimilionari in favore di holding imprenditoriali riconducibili alla ‘ndrangheta. 

Contestualmente, nel corso dell'attuale operazione 'Reghion', si sta procedendo al sequestro preventivo di 15 società, con relativo patrimonio aziendale o quote societarie, e di due esercizi pubblici riconducibili ad alcuni degli indagati, per un valore economico complessivo stimato in € 42.500.000 circa. I

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone