Lunedì 21 Dicembre 2015 - 15:15

Nba: ko i tre azzurri, Detroit passa a Chicago dopo una maratona

Solo sconfitte per i tre giocatori italiani: tutti sconfitti con le loro squadre nella nottata. I Pistons regolano i Bulls dopo una lunghissima gara

Andrea Bargnani appoggia a canestro

Serata Nba amara per gli italiani: solo sconfitte per Andrea Bargnani, Danilo Gallinari e Marco Belinelli. Il 'Mago' incassa il ko di Brooklyn in casa di Indiana (104-97). Per l'azzurro, 12 punti a 22 minuti. Miglior realizzatore dei Nets, Jack con 26 punti. I Pacers però volano con George (23 punti e 10 rimbalzi). Cadono anche i Nuggets di Gallinari, sconfitti sul parquet di Utah (97-88). A Salt Lake City il 'Gallo' mette a referto 11 punti e 2 assist in 34 minuti, meglio di lui fanno Barton (16 punti) e Nelson (15 punti) ma non è sufficiente ad evitare il ritorno, dopo quattro sconfitte, al successo dei Jazz, trascinati dai 26 punti di Hayward.

 

E' di appena 4 punti, in 18 minuti, il bottino di Belinelli nel ko di Sacramento in Minnesota (99-95). Nei Kings spiccano le prove di Cousins (24 punti e 11 rimbalzi) e Gay (20 punti), Wiggins (32 punti, 10 rimbalzi e 6 assist) è il miglior realizzatore dei Timberwolves. Negli altri incontri, spicca lo show offerto tra Chicago-Detroit: ad imporsi, dopo una maratona durata ben quattro overtime, sono i Pistons (147-44). Ai 'Tori' non bastano i 43 punti di Butler, i 34 punti di Rose e i 30 punti (più 15 rimbalzi) di Gasol per evitare la nona sconfitta stagionale. I Pistons fanno fruttare i 33 punti (con 21 rimbalzi) di Drummond e i 31 punti, più 13 assist, di Jackson. Dopo aver incassato il primo ko stagionale proprio per mano di Milwaukee, Golden State si vendicano (121-112) e riprendono la marcia vincente. Ad ispirare i Warriors sono Thompson (27 punti) e Curry (26 punti, 10 rimbalzi e 9 assist) e Green (21 punti, 9 rimbalzi e 8 assist). Ai Bucks, che accarezzano il sogno di fare il bis e cadono solo nel finale, non bastano i 24 punti di Carter-Williams e i 20 punti di Antetokounmpo.

 

E' invece Aldridge, con 26 punti, il mattatore del successo di San Antonio sui Clippers (115-107). Nella 15/a vittoria casalinga degli Spurs c'è anche la firma di Parker (21 punti), i losangelini si arrendono nonostante i 27 punti (con 10 assist) di Paul e i 25 punti di Griffin. Vittoria esterna per New York, che espugna Philadelphia 107-97. Miglior realizzatore nelle file Knicks, al terzo successo di fila, Afflalo con 22 punti. Nowitzki (20 punti) ispira Dallas nella vittoria contro Memphis (97-88), stesso bottino per Conley nelle file dei Grizzlies. Negli altri incontri, successi interni di Orlando (102-94 su Portland); Phoenix (104-88 su New Orleans) e vittorie esterne di Atlanta (109-101) e Toronto (108-94 su Miami).

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Nba, Durant fa piccoli i Cavaliers. Golden State va 3-0

Nella notte, a Cleveland, passano i Warriors (110-102) nonostante la pessima serata di Curry. Non bastano i 33 punti di LeBron James

NBA All-Star Game 2018

Basket, Finali Nba: Golden State-Cleveland 122-103, Warriors sul 2-0

Curry, miglior marcatore della partita, ha battuto il record di triple in finale stabilito nel 2010 da Ray Allen

NBA All-Star Game 2018

Basket, finale Nba: super James non basta, Warriors vincono gara1 all'overtime

Nervi tesi per l'espulsione di Thompson dopo una manata a Green