Giovedì 11 Febbraio 2016 - 10:45

Nba, bene Beli e il "Gallo". Lebron supera Bryant

Buona prestazione per Gallinari e Belinelli impegnati nella notte

Danilo Gallinari

 Nella serata Nba vincono gli italiani e LeBron James si aggiudica il duello con Kobe Bryant. Prestazioni non esaltanti di Marco Belinelli e Danilo Gallinari, ma Sacramento e Denver si impongono rispettivamente sul parquet di Philadelphia e Detroit. I Kings passano 114-110, la guardia azzurra mette a referto 6 punti in 23 minuti. Sacramento vola con i colpi di Cousins (28 punti e 12 rimbalzi) e Collison (25 punti), ai 76ers non bastano i 26 punti di Covington e i 26 punti (con 10 rimbalzi) di Okafor.  

E' di 103-92 il risultato a favore dei Nuggets, il contributo del 'Gallo' è di 15 punti, conditi da 7 rimbalzi e 4 assist. Meglio dell'azzurro fanno i compagni di squadra Barton (20 punti) e Nurkic (16 punti e 11 rimbalzi). Solo panchina, invece, per Andrea Bargnani nella sconfitta dei suoi Nets contro Memphis al Barclays Center (90-109). Nelle file dei Grizzlies in evidenza Conley con 20 punti, stesso bottino per Lopez tra i newyorchesi. Va a Cleveland la sfida della Quicken Loans Arena contro i Lakers. I Cavs si impongono 120-111 in quello che potrebbe essere l'ultimo confronto diretto tra LeBron e Bryant. A svettare è 'King James' con 29 punti, ma il miglior realizzatore di Cleveland è Irving con 35 punti.

Il 'Black Mamba' si ferma a 17 punti prima di incassare la standing ovation dei 20mila presenti, i gialloviola si arrendono nonostante i 28 punti di Williams e i 22 di Clarkson. Cavs in apprensione per le condizioni di Love, uscito anzitempo per una contusione alla spalla sinistra. Continua la marcia di Golden State: il 112-104 rifilato a Phoenix in Arizona equivale all'11° successo consecutivo. In evidenza nelle file dei Warriors Curry con 26 punti (conditi da 9 rimbalzi e 9 assist) e Thompson, autore di 24 punti. Nelle file dei Suns spiccano i 20 punti di Goodwin e i 19 di Morris. Vittoria sofferta per San Antonio ad Orlando. Gli Spurs, privi di Ginobili e Parker, prendono il largo solo nell'ultimo quarto e passano 98-96 con il fondamentale contributo di Leonard (29 punti), anche autore del canestro decisivo ed Aldridge (21 punti).

Spiccano, tra i Magic, Fournier (28 punti) e Vucevic (20 punti e 13 rimbalzi). Altra sconfitta per Chicago: i Bulls cadono allo United Center contro Atlanta (90-113) e vedono complicarsi ulteriormente la corsa playoff. Minnesota ferma Toronto. A sorpresa i Timberwolves battono in rimonta i Raptors (117-112), ad ispirare i padroni di casa Towns (35 punti e 11 rimbalzi) e Wiggins (26 punti). I 35 punti di DeRozan non sono sufficienti ai canadesi. Terza sconfitta consecutiva per Houston, che cade a Portland 116-103. Miglior realizzatore per i Blazers Lillard con 31 punti, ai Rockets non bastano Harden (34 punti, 9 rimbalzi e 11 assist) e Howard (28 punti e 13 rimbalzi). Negli altri incontri, vittorie casalinghe per Boston (139-134 sui Clippers all'overtime) e New Orleans (100-96 su Utah) e successo esterno di Charlotte sul parquet di Indiana (117-95). 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nba, Cleveland batte Boston, infortunio choc per Hayward

Nba, Cleveland batte Boston, infortunio choc per Hayward

Per la nuova ala dei Celtics frattura alla caviglia sinistra dopo uno scontro in volo con LeBron James

Nba, Golden State beffata in casa da Houston 121-122

Nba, Golden State beffata in casa da Houston 121-122

Debutto amaro per i campioni nella prima partita stagionale davanti al pubblico amico

Tangenti per Rio 2016: confermato l'arresto del presidente del Comitato olimpico del Brasile

Tangenti per Rio 2016: confermato l'arresto del presidente del Comitato olimpico del Brasile

Carlos Nuzman è accusato di corruzione e riciclaggio di denaro sporco, ma lui continua a negare

NFL, la protesta anti Trump delle star del football

Usa, giocatori Nfl in ginocchio durante inno: Pence lascia stadio e Trump esulta

Il vicepresidente americano non ha gradito la protesta simbolica contro la violenza della polizia ai danni delle minoranze razziali