Martedì 29 Marzo 2016 - 23:00

Calcio, Germania cala il poker: Italia di Conte travolta 4-1

La peggior prestazione degli Azzurri sotto la gestione Conte arriva nell'ultimo appuntamento prima del ritiro in vista degli Europei

Conte

La Germania e l'Allianz Arena non portano bene ad Antonio Conte: eliminato dal Bayern in Champions League nel 2013 quando era alla guida della Juventus, il tecnico salentino viene travolto con la sua Italia 4-1 in amichevole dalla nazionale tedesca. La peggior prestazione degli Azzurri sotto la gestione Conte arriva nell'ultimo appuntamento prima del ritiro in vista degli Europei e a pochi giorni dalla confortante prestazione contro la Spagna. Un'Italia mai in partita, lenta ed impacciata che non ha saputo opporre una adeguata resistenza ad una Germania con il dente avvelenato dopo il ko interno di sabato contro l'Inghilterra. L'Allianz Arena non porta bene nemmeno a Buffon, costretto a raccogliere per ben quattro volte il pallone nella propria porta a poche settimane dal poker subito con la Juve in Champions dal Bayern. Le reti di Kroos, Gotze, Hector ed Ozil su rigore certificano una superiorià schiacciante dei tedeschi. Non basta all'Italia il sussulto nel finale di El Shaarawy. Era dal 1939 che la Nazionale non subiva così tante reti dalla Germania.

 

Rispetto alla gara contro la Spagna, Conte cambia 5 giocatori: dentro Acerbi per Astori in difesa, Montolivo per Parolo a centrocampo e in attacco il tridente Bernardeschi-Zaza-Insigne al posto di quello formato da Candreva-Pellè-Eder. Anche la Germania cambia molto rispetto al ko interno contro l'Inghilterra: assente Neuer per problemi fisici (in porta c'è Ter Stegen), Loew esclude Can, Khedira, Reus e Gomez inserendo Mustafi, Rudy, Draxler e Gotze. Prima della partita osservato un minuto di silenzio in memoria di Johan Cruijff, scomparso giovedì scorso a 68 anni. Primo tempo deludente dell'Italia, mentre la Germania sembra un'altra squadra rispetto a quella vista contro l'Inghilterra. Dopo un buon avvio degli Azzurri nel portare il pressing, sono i tedeschi a prendere in mano le redini del match. I padroni di casa sbloccano il risultato praticamente alla prima vera occasione: su un cross dalla destra di Muller, respinto da Bonucci, Kroos dal limite batte Buffon con un preciso interno destro rasoterra. L'Italia accusa il colpo e la Germania sfiora a più riprede il raddoppio con Buffon che deve dire di no due volte a Muller e Draxler. Italia fatica a reagire, l' unico sussulto è un destro di Insigne da fuori area alto sopra la traversa. Al 45' così è la Germania a trovare il raddoppio: ancora Muller dalla destra serve in mezzo un pallone delizioso che Gotze infila di testa alla spalle di Buffon. Nell'occasione dormita di Florenzi e Darmian che si fanno prendere in mezzo dall'attaccante tedesco.

 

Parte meglio l'Italia nella ripresa, azzurri pericolosi al 3' con  un lancio di Insigne in area per Montolivo che controlla di destro e calcia di sinistro in diagonale di poco a lato. Scossi da Conte nell'intervallo, gli Azzurri sembrano avere un altro piglio e attaccano con maggior convinzione. In evidenza Bernanrdeschi con un paio di cavalcate nella metà campo tedesca, ci provano poi dalla distanza ma senza fortuna anche Zaza e Giaccherini. Alla prima ripartenza però è ancora la Germania a trovare il gol: Draxler sfonda sulla sinistra, entra in area, e serve l'accorrente Hector che di piatto sinistra batte Buffon al 58'. Nell'occasione si fa male nell'Italia Bonucci, subito sostituito da Ranocchia. Conte cambia volto alla squadra, inserendo anche Parolo, Okaka ed El Shaarwy. Gli Azzurri provano ad accorciare le distanze prima con un tentativo di Zaza di poco a lato, poi con un destro a giro su punizione di El Shaarawy parato da Ter Stegen. Quando affonda la Germania è però micidiale, così al 75' arriva anche il quarto gol su rigore di Ozil concesso dall'arbitro per un fallo di Buffon su Rudy. Nel finale l'Italia ci mette l'orgoglio e prima sfiora la rete con Ranocchia, poi accorcia le distanze con un destro dal limite di El Shaarawy deviato da Rudiger alle spalle di Ter Stegen. Ma ormai è troppo tardi.

 

GERMANIA - ITALIA 4-1

 

RETI: 24' Kroos (G), 45' pt Gotze (G), 58' Hector (G), 74' Ozil (G) rig., 82' El Shaarawy (I).

 

Germania: Ter Stegen; Mustafi, Hummels, Rudiger, Hector (85' Ginter); Rudy, Kroos (90' Kramer); Muller (71' Can), Ozil, Draxler (85' Volland); Gotze (60' Reus). A disp. Trapp, Leno, Bellarabi, Gomez, Khedira, Podolski, Schurrle, Tah. All. Loew.

 

Italia: Buffon; Darmian, Bonucci (62' Ranocchia), Acerbi; Florenzi (60' De Silvestri), Thiago Motta (69' Parolo), Montolivo, Giaccherini (70' El Shaarawy); Bernardeschi, Zaza (78' Antonelli), Insigne (68' Okaka). A disp. Perin, Sirigu, Astori, Candreva, Eder, De Sciglio, Jorginho, Rugani, Soriano. All. Conte.

 

Arbitro: Drachta (Aut).

 

Note: ammoniti Giaccherini (I), Hummels (G), Mustafi (G)

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan vs AEK Atene  - Europa League

Europa League, Milan sbatte su Anestis: 0-0 con l'Aek a San Siro

Il Milan resta prima nel girone D con 7 punti, a +2 proprio sui greci

Atalanta - Apollon

Europa League: Atalanta supera 3-1 Apollon, qualificazione vicina

Gli orobici salgono infatti a 7 punti e, complice la sconfitta casalinga dell'Everton contro l'Olympique Lione, si portano a +5 sulla terza classificata

Europa League, Nizza vs Lazio

Europa League, Lazio inarrestabile: Nizza ko 3-1, doppietta Milinkovic

Un successo, il terzo in altrettante partite, che consente alla squadra di Inzaghi di ipotecare la qualificazione ai sedicesimi

Milan vs AEK Atene  - Europa League

Europa League, Milan-Aek 0-0 e Atalanta-Apollon 3-1

I rossoneri sfidano i greci mentre al Mapei Stadium gli orobici di Gasperini sono avversari dell'Apollon Limassol