Domenica 24 Dicembre 2017 - 16:00

Natale, weekend da bollino rosso: oltre 6 milioni a caccia degli ultimi regali

Quest'anno ogni italiano spenderà per i regali 307 euro. Torna l'abbigliamento, boom di doni enogastronomici. Bene anche l'hi-tech

Natale, folla in centro a Milano per gli ultimi acquisti

Ulitmo giorno da bollino rosso per il commercio: saranno circa 6,3 milioni, infatti, gli italiani che affolleranno strade e negozi per trovare gli ultimi regali da mettere sotto l'albero. Un rush finale di clienti che dovrebbe valere circa 1 miliardo di euro di vendite. È quanto emerge dall'indagine Confesercenti-SWG sui consumi di Natale. Quest'anno ogni italiano spenderà infatti per i regali 307 euro, due euro (+0,7%) in più dello scorso Natale. Ma è una media che nasconde forti differenze territoriali: nelle regioni del Sud, infatti, la media per persona è di 298 euro, inferiore del 7,4% ai 320 euro delle regioni del Nord. Tra le grandi città, Milano è quella con la propensione alla spesa più alta, mentre i valori più bassi si rilevano a Palermo.

Il lieve aumento della spesa media trova corrispondenza nel numero di doni che farà ogni italiano, che passa dai 7 dello scorso anno agli 8 di quest'anno. Il 59% degli intervistati, addirittura, proverà a fare un regalo simbolico a tutti; mentre il restante 41% restringerà il campo d'azione del proprio Babbo Natale principalmente solo ai bambini, a cui si regaleranno soprattutto giochi didattici (22%) libri (14%) e vestiario (11%), mentre si registra un leggero calo per i giochi tecnologici, che scendono dal 10 al 9%. È da sottolineare il leggero aumento dei riciclatori di doni: quelli che lo fanno per risparmiare passano dal 13% dell'anno passato al 15%. Per quanto riguarda le modalità di acquisto, quest'anno si rileva una divisione quasi perfetta tra i vari canali di distribuzione: il 35% comprerà in un centro commerciale, il 28% sceglierà negozi e mercatini, mentre il 34% si orienterà sull'online, il 5% in più dello scorso anno.

T

orna a crescere la voglia di moda: il 57% degli intervistati sceglierà di regalare un prodotto d'abbigliamento, contro il 53% dello scorso anno. Ma i doni più acquistati, ancora una volta, saranno quelli… enogastronomici, voce di spesa indicata dall'81% degli intervistati, in leggero aumento sull'80% rilevato lo scorso Natale. Anche i consumi culturali si impennano, con il 58% degli intervistati che userà la tredicesima anche per comprare un libro, il 5% in più dello scorso anno: lo stesso scatto in avanti registrato dai prodotti hi-tech, che passano dal 31 al 36%. Tra chi acquista tecnologia per un regalo, il 45% si orienterà su uno smartphone, il 5% in più del 2016. Aumentano anche i tablet sotto l'albero (26%, il 4% in più) ed i computer (dal 21 al 24%). Stabili le console di videogiochi, acquisto programmato da 2 italiani su 10. Cresce invece la quota di chi acquisterà una tv (dal 16 al 20%) e si registra un piccolo boom di Netflix e simili: a scegliere di regalare un servizio in streaming sarà il 18%, contro il 13% dello scorso anno.

Il 19% dei 'babbo natale' italiani regalerà anche un viaggio, il 3% in più del 2016. Buoni risultati anche per i giocattoli (dal 48 al 50%) ed i profumi (dal 38 al 41%), mentre rimangono fermi gli acquisti di elettrodomestici (al 17%) e smartbox (al 7%), mentre i buoni acquisto passano dal 12 al 14% delle preferenze.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Infortunio mortale sul lavoro all'azienda Elettrotecnica LG

Cassino, si è suicidato il padre accusato di abusi dalla figlia minorenne

Il corpo senza vita trovato impiccato in una chiesa in località Castello a Roccasecca. La denuncia della ragazzina arrivata attraverso un tema in classe

Nuvole, poi arriva il sole: il meteo del 22 e 23 gennaio

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Torino, crollato un pezzo della scenografia della Turandot al Regio

Roma, preso in Spagna Pellegrinetti: latitante della Banda Magliana

Era ricercato d 15 anni. Condannato in via definitiva a 13 anni di carcere

Infortunio mortale sul lavoro all'azienda Elettrotecnica LG

Mafia, maxi blitz con 56 arresti. In manette anche un sindaco

Il pizzo veniva preteso dalle cooperative per la gestione degli immigrati richiedenti asilo