Giovedì 05 Maggio 2016 - 15:45

Napoli, una pizza lunga 2 km: la sfida domenica 15 maggio

In 'campo' 2000 kg di farina, 1600 kg di pomodoro, 2000 kg di fiordilatte, 200 litri di olio e 30 kg di basilico

Napoli, una pizza lunga 2 km: la sfida domenica 15 maggio

Domenica 15 maggio la città di Napoli sarà 'sorvegliato speciale' con 'L'Unione fa la pizza': dalle 9 alle 20 si cercherà di raggiungere un nuovo record del mondo con una pizza napoletana lunga 2 chilometri. Alla manifestazione, ideata e promossa da Pizza Village, con il Patrocinio del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, della Regione Campania, del Comune di Napoli e della Fondazione Univerde, parteciperanno centinaia di pizzaioli italiani e stranieri che con la loro professionalità hanno saputo interpretare la cultura e l'Arte dei Pizzaiuoli Napoletani.

'L'Unione fa la pizza' celebrerà la fratellanza e l'unione tra i popoli attraveso il prodotto gastronomico italiano più famoso ed esportato al mondo. Grazie alle mani sapienti dei maestri pizzaiuoli che parteciperanno all'evento, sarà preparata una pizza napoletana lunga 2 km, solo con ingredienti campani DOC: 2000 kg di farina, 1600 kg di pomodoro, 2000 kg di fiordilatte, 200 litri di olio e 30 kg di basilico. La pizza, cotta in 5 forni a legna, sarà sottoposta all'approvazione, verifica e certificazione del Comitato del Guiness World Record che seguirà ogni passaggio dall'impasto, alla stesura nelle speciali teglie traforate, fino a cottura ultimata. Al termine della performance, la pizza sarà offerta ai presenti e alle Associazioni benefiche.

Nel corso dello spettacolare evento, i partecipanti potranno anche firmare a sostegno della    candidatura dell'Arte del Pizzaiuolo Napoletano come Patrimonio dell'Unesco. Un'iniziativa voluta dal 'Pizza Village' che ha preso il via in occasione dell'edizione 2014 in partnership con la Fondazione Univerde di Alfonso Pecoraro Scanio, Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Coldiretti. Obiettivo dei promotori è valorizzare l'arte dei pizzaioli napoletani sostenendo sia la filiera agroalimentare campana sia la cultura e le tradizioni partenopee.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Qualiano, figlio uccide la madre e si barrica in casa

Napoli, catturato dopo ore dai carabinieri: aveva ucciso la madre e si era barricato in casa

Dramma familiare a Qualiano. Il 37enne, con problemi psichici, ha aperto il fuoco contro la donna

Pompei: i nuovi scavi della Regia V

Via alle analisi per stabilire età e attività del bimbo di Pompei

Si svolgeranno nel centro di Ricerche del Parco archeologico. Dallo scheletro, pressoché perfetto, indicazioni sulla vita nella città distrutta dall'eruzione

Manifestazione "no al debito ingiusto" a Napoli

Sottomarino Usa usato in Siria era a Napoli. De Magistris: "Mai più"

Il sindaco: "La nostra è una città denuclearizzata"

Continuano le operazioni di spegnimento dell'incendio all'azienda Rykem di San Donato

Napoli, picchia la compagna incinta: lei perde il bambino

Il 44enne è accusato di maltrattamenti in famiglia e procurato aborto