Mercoledì 04 Gennaio 2017 - 13:15

Napoli, sparatoria in strada: ferita bimba di 10 anni

Colpita al piede, non è grave. Feriti anche tre uomini

Napoli, sparatoria in strada: ferita una bimba di 10 anni

Una bambina di 10 anni è stata ferita al piede da un colpo d'arma da fuoco in via Annunziata, alle spalle della stazione centrale di Napoli, nel quartiere Forcella, zona Duchesca. Oltre alla piccola, che dalla questura confermano non essere grave, sono rimasti feriti anche tre uomini extracomunitari. La sparatoria è accaduta verso le 12 e sulla dinamica sono in corso accertamenti della polizia. La bambina è stata portata all'ospedale di Loreto Mare dove è intervenuto il 118 che l'ha condotta al pronto soccorso di Santobono. Operata al piede, il proiettile è stato estratto e la bimba sta bene. Anche gli altri tre feriti sono stati portati in ospedale.

DE LUCA: ESTENDERE VIDEOSORVEGLIANZA. "Riteniamo intollerabile e odioso questo episodio che ha colpito anche una bambina nel cuore di Forcella. E' un fatto gravissimo, ben oltre le prime rassicuranti notizie che arrivano dal Santobono. Siamo vicini con affetto e solidarietà alla bimba e alla sua famiglia. Con l'accertamento dei fatti, auspichiamo che vengano individuati e puniti i responsabili. Per noi il tema della sicurezza rimane centrale. Continueremo, mantenendo gli impegni assunti, a estendere nella città gli impianti di videosorveglianza". Così in una nota il governatore della Campania Vincenzo De Luca.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Turisti e sicurezza in città'

Isis minaccia su Telegram: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

Lo riferisce l'organizzazione Usa Site. Il Viminale comunica di aver espulso due marocchini e un siriano per motivi di pericolosità sociale

Trovato cadavere carbonizzato in un prato vicino ad Aosta

Per il momento non è stato possibile identificare la vittima

I genitori di Valeria Solesin: "Conosciamo questo dolore"

Luciana Milani e Alberto Solesin scrivono una lettera aperta ai familiari delle vittime della strage di Barcellona