Domenica 29 Gennaio 2017 - 23:30

Posavec miracoli e papera: Napoli fermato dal Palermo

Gli undici di Sarri fermati sull'1-1 dai siciliani

Napoli e Palermo pareggiano 1-1

 Un Palermo formato Fort Knox strappa un punto insperato al San Paolo e spegne le speranze del Napoli di agganciare la Roma al secondo posto in classifica alle spalle della Juve capolista. Occasione clamorosa quella sciupata dalla squadra di Sarri in casa contro una squadra penultima in classifica, reduce da tre sconfitte di fila e da un cambio di allenatore. Diego Lopez però è stato bravo a dare una scossa, si è visto un Palermo grintoso e voglioso di lottare su tutti i palloni. Il Napoli, colpito a freddo da Nestorovski, è andato in confusione provando inutilmente a scardinare la retroguardia avversaria con il suo solito gioco fatto di fraseggio nel breve e inserimenti alle spalle della difesa. Protagonista assoluto Posavec, autore di una serie di parate straordinarie ma anche della papera sul tiro di Mertens che quanto meno ha evitato al Napoli la sconfitta.

Il ko della Roma a Genova contro la Samp era l'occasione per la squadra di Sarri di agganciare i giallorossi al secondo posto a quattro lunghezze dalla Juve capolista. Il tecnico azzurro si affida al tridente composto da Insigne, Mertens e Callejon. A centrocampo c'è Allan al posto di Zielinski, in difesa fiducia ancora a Maksimovic. Nelle Palermo, il tecnico esordiente Diego Lopez schiera Quaison e Trajkovski alle spalle di Nestorovski. Il Napoli prende subito in mano il gioco, con il solito palleggio insistito per trovare poi sbocchi sulle fasce. Alla prima occasione è però il Palermo a passare in vantaggio: dopo appena 6' cross dalla destra di Rispoli per Nestorovski, che di testa infila Reina gelando il San Paolo. La reazione del Napoli è furiosa: gli Azzurri si riversano nell'area rosanero e nel giro di cinque minuti sfiorano due volte il pareggio prima con Callejon e poi con Mertens che colpisce la traversa. Il Palermo si chiude a riccio nel tentativo di bloccare tutte le linee di passaggio e per gli azzurri è difficile trovare spazi. Al 25' ci prova ancora Callejon con il suo classico inserimento alle spalle del difensore, diagonale destro respinto però da Posavec. Il portiere rosanero si ripete almeno altre due volte sul solito Mertens in quello che diventa un vero e proprio duello personale. Napoli che lascia però anche ampi spazi al Palermo, che appena può si distende in contropiede. Prima dell'intervallo altra chance per il Napoli, con un destro da centro area di Mertens respinto ancora alla disperata da un difensore rosanero.

Napoli subito in avanti anche nel secondo tempo, gli azzurri si rendono subito pericolosi con un destro del solito Mertens e con un tirocross insidioso di Hamsik su cui Posavec non si fa sorprendere. Sarri manda in campo Zielinski al posto di Allan per dare maggior qualità alla manovra. L'assedio dei padroni di casa si fa sempre più asfissiante, ci provano ancora Insigne e poi Ghoulam addirittura da calcio d'angolo ma Posavec è insuperabile. Lopez toglie un esausto Trajkovski e inserisce Aalesami, replica Sarri con Pavoletti al posto di Jorginho passando ad un super offensivo 4-2-4. Spinto dalla bolgia del San Paolo, il Napoli trova il meritato pareggio al 65': Mertens calcia in diagonale dal limite, il tiro debole e centrale si infila fra le gambe di Posavec e termina in rete. Clamoroso l'errore del portiere rosanero, fino a quel momento il migliore in campo dei suoi. Il numero 1 croato si riscatta con tre super parate su Zielinski, Hysaj e Callejon. Il Palermo si fa vedere soltanto con un destro dai venti metri di Chochev parato da Reina. Con grande cuore il Palermo si difende con tutti gli effettivi davanti all'area di rigore, soprattutto dopo l'espulsione di Goldaniga per una entrataccia su Mertens al limite. L'ultima grande occasione per il Napoli la sciupa incredibilmente Insigne, che su un cross di Mertens manda sul fondo a due passi dalla linea di porta. Al triplice fischio finale esultano i giocatori del Palermo, grande delusione nelle file azzurre.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Audi Cup, il Napoli batte 2-0 il Bayern Monaco

Audi Cup, il Napoli batte 2-0 il Bayern Monaco

Continua il periodo nero nelle amichevoli estive della formazione di Ancelotti

Roma, Mario Rui al Napoli: operazione da 9,25 milioni più bonus

Roma, Mario Rui al Napoli: operazione da 9,25 milioni più bonus

Il portoghese era arrivato in giallorosso nell'estate del 2016 collezionando 9 presenze

Palermo, Zamparini: Sono onesto, torneremo in A con altro presidente

Palermo, Zamparini: Sono onesto, torneremo in A con altro presidente

Il patron rosanero: "Sono aggredito da tempo dall'Agenzia delle entrate"

Palermo, Zamparini choc: Mi dissero 'Se non vendi club ti arrestano'

Palermo, Zamparini choc: Mi dissero 'Se non vendi ti arrestano'

"Ho lasciato lì 70 milioni del mio patrimonio, altro che falso in bilancio. Sono una persona onesta e specchiata"