Giovedì 30 Marzo 2017 - 15:00

Napoli-Juve, divieto di trasferta per i tifosi bianconeri

Disposto dal prefetto di Napoli Pagano, per motivi di ordine e sicurezza pubblica

Napoli-Juve, divieto di trasferta per i tifosi bianconeri

 Divieto di trasferta per i tifosi juventini per il doppio appuntamento partenopeo. In occasione degli incontri di calcio 'Napoli - Juventus'  previsti rispettivamente  domenica 2 aprile , alle 20.45 ( valevole per il campionato nazionale di Serie A)  e mercoledì 5 aprile, alle 20.45 ( valevole per la Coppa Italia Tim ), presso lo stadio San Paolo di Napoli, in conformità alle determinazioni del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni sportive, il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, ha disposto che la vendita dei tagliandi sia riservata esclusivamente ai residenti nella Regione Campania ed ai possessori della tessera del tifoso 'Azzurro Card', 'Fan Away', 'Fan Stadium' ovunque residenti, con contestuale sospensione dei programmi di fidelizzazione e chiusura del settore ospiti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"