Mercoledì 14 Settembre 2016 - 20:00

Mps, Marco Morelli nuovo ad e dg. Tononi lascia la presidenza

Le decisioni del cda della banca dopo le dimissioni di Viola

Mps, Marco Morelli nuovo ad e direttore generale

Il cda di Monte dei Paschi di Siena ha approvato all'unanimità la cooptazione in consiglio di Marco Morelli, che dal 20 settembre assumerà l'incarico di amministratore delegato e direttore generale. Una scelta che la banca ha fatto valutando che, "in virtù della sua rilevante esperienza internazionale unita alla profonda conoscenza del settore bancario italiano, sia il profilo più idoneo. L'ex a.d. Fabrizio Viola ha assicurato la sua disponibilità a fornire fino al 15 ottobre 2016 il proprio contributo in un'ottica di adeguata 'business continuity' e passaggio di consegne". La nomina del nuovo a.d. sarà soggetta alla valutazione da parte della Banca centrale europea. 

La retribuzione annua lorda è fissata in 1,4 milioni, cui si aggiunge una retribuzione variabile in base al raggiungimento di obiettivi determinati. Il trattamento di ingresso è fissato in 300mila euro a titolo di indennità risarcitoria a copertura delle conseguenze pregiudizievoli derivanti dall'anticipata cessazione del precedente rapporto di lavoro. Saranno riconosciuti a Morelli 465.000 euro, di cui 65.000 per la carica di consigliere e 400.000 per quella di amministratore delegato.

Massimo Tononi ha invece rassegnato le dimissioni da presidente e membro del cda. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Daniela Santanchè e Dimitri D?Asburgo Lorena al mare a Forte dei Marmi

Mille euro al dì per il Gazebo. A Pietrasanta la spiaggia più cara

Il Codacons realizza la classifica annuale degli stabilimenti balneari più costosi. Vince il Twiga di Briatore

Sfilata di Dolce e Gabbana in Piazza pretoria a Palermo

Moda, alimentare, automazione. Così vola il saldo commerciale italiano

Sono i quattro settori che continuano a tirare. Nel 2016 hanno generato 121,6 miliardi di attivo

Ministero dell'Economia - Conferenza sui recenti sviluppi del settore bancario

Ripresa italiana "più robusta". Il Pil 2017 crescerà dell'1,2/1,3%

La nota congiunturale dell'Ufficio parlamentare di Bilancio. Meglio delle ipotesi di primavera

Bce, non cambia Qe. Draghi: Possibili novità in autunno

Bce, Qe resta invariato. Draghi: Possibili novità in autunno

Confermati gli acquisti netti di attività all'attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, "sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario"