Lunedì 24 Ottobre 2016 - 09:15

Mps, al cda il piano Morelli. Frenata sul progetto Passera

Tensioni su ipotesi di 'due diligence' svolta da fondi anglo-americani

Mps, al cda il piano Morelli. Frenata sul progetto Passera

Al termine di un vertice svoltosi in Mediobanca alla vigilia del cda di Mps di oggi, in merito alla proposta avanzata dall'ex ministro e ad di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, stando a quanto riporta La Stampa ci sarebbero tensioni crescenti sulla sua richiesta di far svolgere una due diligence su Mps ai fondi anglo-americani che ha coinvolto. La triangolazione tra Passera, i vertici della banca e Jp Morgan non avrebbe sortito risultati apprezzabili, tanto che ci sarebbe stato un nuovo stop alla trattativa. Sicuramente il consiglio di oggi convocherà l'assemblea per nominare il nuovo presidente al posto del dimissionario Massimo Tononi, la data più probabile resta quella del 24 novembre. Il board dovrà approvare anche le strategie per il prossimo triennio e il piano di ricapitalizzazione. L'aumento di capitale sul mercato dovrebbe invece partire subito dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fca, Great Wall Motor conferma interesse per il brand Jeep

Great Wall Motor conferma interesse per Jeep. Fca: "Nessun approccio"

Il titolo è in netto rialzo a Piazza Affari dopo la notizia

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"

Francoforte, la conferenza stampa del presidente BCE Mario Draghi

Germania dalla Corte europea contro aiuti Bce alla zona euro

Il presidente della corte federale ha dichiarato che "esistono ragionevoli motivi' per credere che l'acquisto di titoli di Stato sia stato illegale