Domenica 16 Ottobre 2016 - 08:00

Marquez vince in Giappone: è campione del mondo. Rossi cade

Il Dottore, partito in pole position, è stato costretto al ritiro all'ottavo giro

Motomondiale Aragon

Marc Marquez si laurea campione del mondo della classe MotoGp con tre gare d'anticipo rispetto al termine della stagione. Lo spagnolo della Honda infatti vince il Gp del Giappone a Motegi e può festeggiare vista che Valentino Rossi, partito in pole position, è caduto ed è stato costretto al ritiro all'ottavo giro. Stessa sorte per Jorge Lorenzo a cinque tornate dal termine. Per Marquez è il quinto titolo mondiale in carriera, il terzo nella MotoGp dopo quelli del 2013 e 2014.

Alle spalle di Marquez è giunto Andrea Dovizioso su Ducati che ha preceduto Maverick Vinales ed Aleix Espargaro su Suzuki.

LEGGI LE DICHIARAZIONI DEL CMAPIONE SUBITO DOPO LA VITTORIA

SUPPO E NAKAMOTO: MARQUEZ HA FATTO QUALCOSA DI INCREDIBILE - "E' stato incredibile, quest'anno non ha sbagliato niente". Così Livio Suppo, team principal della Honda HRC, commenta ai microfoni di Sky Sport la vittoria del titolo Mondiale da parte di Marc Marquez. "E' incredibile che a 23 anni sia già così maturo, è cambiato tanto dallo scorso anno. La moto è cresciuta molto, dobbiamo fare i complimenti agli ingegneri, ma lui è stato veramente incredibile", ha ribadito il manager italiano. "Un saluto a Dani Pedrosa che torni presto anche lui", ha concluso Suppo. Gioia anche nelle parole di Shuhei Nakamoto, vicepresidente della Honda: "E' stata una stagione difficile all'inizio, con Marquez che ha fatto qualcosa di incredibile con un mezzo che da metà stagione è stato molto più forte e gli ha permesso di puntare al campionato. Siamo tutti molto contenti".

LEGGI LE DICHIARAZIONI DI ROSSI DOPO LA SCONFITTA

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

AUTO-FRA-24H-ENDURANCE

Motori, Alonso vince la 24 ore di Le Mans per la prima volta

Nuova conquista per il due volte campione del Mondo di F1

Abarth 124 rally protagonista in Romania ed in Italia

I rally di Aradului e dell'Isola d'Elba confermano la superiorià dello Scorpione