Venerdì 01 Aprile 2016 - 14:30

MotoGp, Ducati tenta Lorenzo: per i bookie rimarrà in Yamaha

Dall'Italia l'offerta di un contratto da 12 milioni all'anno

MotoGp, Ducati tenta Lorenzo: per i bookie rimarrà in Yamaha

La Ducati lo tenta con un contratto da 12 milioni di euro all'anno (leggi i dettagli), la Yamaha invece gli offre una moto al momento più competitiva. Jorge Lorenzo è a un bivio e dopo le indiscrezioni della spagnola sono i bookmaker dare una sterzata decisa al suo futuro. La sigla Paddy Power ha aperto le scommesse: il contratto di Jorge scade a fine stagione e si punta quindi sulla scuderia per cui gareggerà nel 2017. Secondo i quotisti, riporta Agipronews, arriverà il rinnovo con la casa giapponese, opzione piazzata a quota bassissima, 1,10 appena. Il cambio moto, in sella alla Ducati, è invece bancato a sei volte la scommessa, quindi decisamente meno probabile. Le scommesse sul futuro di Lorenzo vanno però anche oltre il 2017 e prendono in considerazione sia le due che le quattro ruote: almeno una stagione in SuperBike (ripercorrendo i passi del suo amico Max Biaggi), vale 5,00, farlo già dall'anno prossimo pagherebbe invece 25 contro 1. Quanto alle quattro ruote, sarà difficile vedere Lorenzo al volante. Un ingaggio nel mondiale di Rally vale 300, quello in Formula 1 è invece dato a 250,00. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

F1, Gp Usa 2017: il sabato ad Austin

Gp Austin, Hamilton in pole davanti a Vettel, terzo Bottas

Il leader del Mondiale ha girato in 1'33"108, nuovo record della pista

ITA, MotoGP, Tribul Mastercard GP S.Marino e Riviera di Rimini

MotoGp Australia: Marquez e Dovizioso dietro l'Aprilia nelle libere

Mai nella storia della MotoGP una moto di Noale era arrivata così in alto

Fca Heritage protagonista al salone “Auto e Moto d’Epoca”

Dal 26 e al 29 ottobre appuntamento a Padova con due modelli attuali e cinque storici Fiat

MotoGp, Dovizioso avverte Marquez: "In Australia voglio ripetermi"

Appuntamento cruciale sul circuito di Phillip Island