Venerdì 02 Giugno 2017 - 15:45

Crutchlow domina le seconde libere, 13° tempo per Rossi

Il britannico della Honda precede di 161 millesimi la Ducati di Andrea Dovizioso

MotoGp, Crutchlow domina seconde libere: 13° tempo per Rossi

Cal Crutchlow è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d'Italia, sesto appuntamento del Mondiale MotoGp. Il britannico della Honda ha fatto registrare sul circuito del Mugello il crono di 1'47.365 precedendo di 161 millesimi la Ducati di Andrea Dovizioso, in testa al mattino, e di 178 millesimi il britannico Jonas Folger su Yamaha. Quarto e quinto tempo per Johann Zarco (Yamaha) e Dani Pedrosa con la Honda ufficiale, rispettivamente staccati di 320 e 334 millesimi. In top ten anche Andrea Iannone (Suzuki), ottavo a 442 millesimi, Michele Pirro (Ducati), nono a 518 millesimi, e Danilo Petrucci (Ducati), decimo a 585 millesimi. Undicesimo crono per Jorge Lorenzo su Ducati (+0.589) davanti a Valentino Rossi. Il pesarese della Yamaha, sempre alla ricerca della miglior condizione, ha chiuso con il 12° tempo e un ritardo di 635 millesimi da Crutchlow, precedendo il compagno di team Maverick Vinales (+0.649). 14° Marc Marquez (Honda), con un distacco di 738 millesimi.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Moto GP, prove libere Gran Premio d'Austria

MotoGp, Austria: Ducati vola sull'asciutto, Marquez ok sul bagnato

Saranno Marc Marquez e le Ducati a contendersi con ogni probabilità la vittoria in Austria

TOPSHOT-AUTO-F1-PRIX-GER

F1, Hamilton vola: Ferrari-Vettel per il pronto riscatto in Ungheria

Diciassette punti separano ora Hamilton da Vettel, con la Ferrari che ha subito anche il sorpasso nella classifica costruttori in virtù della doppietta di Mercedes in Germania e dello zero del pilota tedesco

AUTO-FRA-24H-ENDURANCE

Motori, Alonso vince la 24 ore di Le Mans per la prima volta

Nuova conquista per il due volte campione del Mondo di F1

Abarth 124 rally protagonista in Romania ed in Italia

I rally di Aradului e dell'Isola d'Elba confermano la superiorià dello Scorpione