Mercoledì 21 Giugno 2017 - 23:45

Mosul, distrutta la moschea Al Nouri dove nacque il Califfato

I jihadisti accusano gli Usa, ma la coalizione smentisce attacchi

Al Baghdadi annuncia nascita Califfato in moschea di Mosul

Lo Stato islamico ha distrutto la moschea di Al Nuri di Mosul, nel nord dell'Iraq, dove il leader del gruppo, Abu Bakr al Bagdadi, proclamò la nascita del Califfato il 29 giugno 2014. Lo rendono noto i media locali spiegando che i militanti hanno piazzato esplosivi nel tempio del XII secolo mentre lasciavano la città. Lo confermano anche i militari di Baghdad precisando che nel pomeriggio le stesse forze si  trovavano a pochi passi dal luogo di culto nel centro storico.  Opposta la versione fornita dai fondamentalisti, che sul loro  organo di propaganda Amaq hanno puntato il dito contro le forze  della coalizione internazionale a guida Usa, che secondo loro "hanno bombardato la  moschea". Secca la smentita del portavoce della coalizione,  John Dorrian: "Non abbiamo effettuato nessun raid nella zona", 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Spagna, la policia nacional lascia le città catalane

Barcellona, 34enne italiano morto accoltellato durante una rissa

È deceduto in ospedale, dove era arrivato in stato critico

Isabell e Preble: morire insieme dopo 71 anni di matrimonio

Una storia americana: si sposarono nel 1946, hanno vissuto sempre vicini e se ne sono andati a poche ore di distanza l'uno dall'altra

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Sottomarino scomparso: ci fu esplosione in zona ultimo segnale

Un "rumore" era stato registrato circa tre ore dopo l'ultima comunicazione avuta con il mezzo disperso dal 15 novembre

Ratko Mladic

Chi è Ratko Mladic: 'macellaio' di Srebrenica e assedio Sarajevo

L'ex generale è stato condannato per genocidio e crimini contro l'umanità