Mercoledì 21 Marzo 2018 - 10:45

Si è fatto esplodere il presunto responsabile dei pacchi bomba in Texas

Stava per essere arrestato. In cinque attentati ha ucciso 2 persone e ferito altre quattro

Texas, pacco esplode in deposito FedEx

È morto il presunto autore dei cinque pacchi bomba che hanno fatto due vittime questo mese in Texas. L'uomo si è fatto esplodere nella sua auto quando la polizia è arrivata per arrestarlo. "Il sospetto è deceduto", ha detto il capo della polizia di Austin, Brian Manley, in una conferenza stampa.

"Unabomber", come era stato soprannominato, ha colpito l'ultima volta il 20 marzo in un centro di distribuzione FedEx a Schertz, nell'area di San Antonio, ferendo una persona. Due giorni prima altri due uomini erano rimasti gravemente feriti in un altro attacco. In questa detonazione, la quarta, l'attentatore ha usato un filo per attivare la bomba, mostrando un alto livello di competenza. Tutti i pacchi sono stati consegnati a mano, non inviati via posta, e le bombe sono state costruite con prodotti 'casalinghi' acquistabili nei negozi di ferramenta. 

Ancora ignoto il movente degli attacchi. Nei primi due episodi, due uomini afroamericani sono stati uccisi da pacchi-bomba lasciati sulla soglia delle loro abitazioni, facendo ipotizzare anche una motivazione di odio razziale. Una donna di origine ispanica di 75 anni è anche rimasta ferita in un'esplosione.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Barack Obama alle Nelson Mandela Annual Lecture 2018

Al 'Mandela speech' Obama attacca Trump: "No a politica della paura"

L'ex presidente Usa, in Sudafrica in occasione dei 100 anni dalla nascita del leader antiapartheid, si è scagliato poi contro la politica degli "uomini forti"

Accordo di libero scambio Ue-Giappone. Tusk: "Messaggio contro protezionismo"

La storica intesa permetterà all'85% dei prodotti agroalimentari europei di entrare nel Paese senza dazi doganali

Tunisia.Rifugiati libici

Libia, 100 migranti chiusi in un tir: sei bimbi e due adulti morti soffocati

Le vittime, secondo quanto riportano le autorità libiche, sono morte a causa dei fumi della benzina

Thailandia, Musk attacca sub: "Pedofilo". Lui pronto a fare causa

Le accuse dell'ad di Tesla dopo che il sommozzatore ha bocciato la sua offerta di fornire un sottomarino in miniatura per estrarre i calciatori