Mercoledì 15 Giugno 2016 - 18:30

Morto il bimbo trascinato in acqua da un alligatore a Disney World

"Non ci sono dubbi" ha sottolineato lo sceriffo di Jerry Demings

Morto il bimbo trascinato in acqua da un alligatore a Disney World

"Non ci sono dubbi" che il bambino di due anni che è stato trascinato da un alligatore in una laguna del Grand Floridian Resort & Spa di Disney a Lake Buena Vista, vicino Orlando, sia morto. Lo ha detto lo sceriffo della contea di Orange, Jerry Demings, circa 15 ore dopo l'attacco. Per ore gi agenti sono dispiegati sia a terra che nelle acque della laguna per cercare il piccolo. L'incidente è avvenuto alle ore 21,30 di martedì (ovvero alle ore italiane 1,30 di mercoledì), il coccodrillo è  spuntato dall'acqua e ha aggredito il piccolo, inutili i tentativi del padre di salvarlo dalla morsa. Continua la ricerca del piccolo, l'area lagunare è stata transennata. Anche se gli alligatori sono comuni nelle zone paludose della Florida, questo tipo di incidente è solitamente raro. 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FRA, UEFA EL, Olympique Marseille vs Atletico Madrid

Francia, 32enne originario del Burkina Faso picchiato a morte da adolescenti

L'aggressione nel quartiere Saragosse venerdì sera. Massacrato da una gang di giovani, tra i 12 e 14 anni, che avrebbero usato anche il piede di una sedia di plastica

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela,Maduro riconfermato presidente

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione