Giovedì 31 Dicembre 2015 - 18:30

Morto Ian Murdock, padre di Debian e sostenitore open source

Tedesco-statunitense, aveva fondato Debian nel 1993, sistema operativo libero basato su Unix e tra i software più usati dai team di informatici e programmatori in tutto il mondo.

Morto Murdock, sostenitore dell'open source

E' morto lunedì a 42 anni Ian Murdock, tra i fondatori di Linux e noto per il suo contributo all'open source. Lo ha fatto sapere il blog della piattaforma Docker. "Dobbiamo annunciare purtroppo la morte di Ian Murdock, fermo sostenitore del software libero e aperto, padre, figlio e 'ian' di Debian", ha dichiarato la comunità distributrice del sistema operativo così chiamato. Murdock, tedesco-statunitense, aveva fondato Debian nel 1993, sistema operativo libero basato su Unix e tra i software più usati dai team di informatici e programmatori in tutto il mondo. Fu anche CTO della Lunix Foundation, nel 2003 era diventato vicepresidente di Sun Microsystems, rimastovi sino a quando la compagnia fu acquisita da Oracle. Poi aveva lavorato allo sviluppo di cloud computing e per Salesforce. Lo scorso novembre si era unito a Docker, piattaforma aperta per sviluppare software. La sua morte è avvenuta dopo che lunedì scorso aveva cominciato a pubblicare tweet su uno scontro con la polizia, cosa che i documenti hanno poi confermato. Lo stesso giorno, avrebbe pubblicato un tweet in cui diceva che si sarebbe suicidato. Le circostanze della morte, tuttavia, non sono state chiarite.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il mondo dei robot sempre più vero. A Roma è tempo di Maker Faire

Alla Fiera di Roma, la quinta edizione dell'evento che racconta il futuro attraverso la ricerca attuale. Sette padiglioni da visitare fino a domenica sera

FILE PHOTO: NASA/ESA Hubble Space Telescope image of the barred spiral galaxy NGC 1097 a Seyfert galaxy

Gravity, l'Universo dopo Einstein fra arte e scienza in mostra al Maxxi

A Roma un'esposizione mostra il luogo in cui i mestieri dell'esploratore, dello scienziato e dell'artista si toccano

La Via Lattea ha una 'gemella': ecco una nuova galassia

La scoperta della Yonsei University a 180 milioni di anni luce da qui