Lunedì 20 Novembre 2017 - 07:45

Morto Charles Manson, autore di una serie di omicidi 'satanici' negli anni '60

Fu uno dei criminali più feroci del ventesimo secolo. Tra le vittime del 'guru' della setta 'Family' anche Sharon Tate moglie del regista Roman Polanski

Manson

È morto Charles Manson, 83 anni, uno dei criminali più feroci del ventesimo secolo, il "guru" di una setta satanica condannato all'ergastolo per una serie di omicidi negli anni '60. Pochi giorni fa era stato trasferito dal penitenziario di Corcoran in un ospedale della California per un'emorragia intestinale in gravissime condizioni, come ha riferito la sorella di una delle vittime al portale Tmz.

LA SCHEDA: Chi era Charles Manson, mostro del massacro di Bel Air

Manson scosse gli Stati Uniti nell'agosto del 1969 con una sanguinosa spirale di violenza in cui lui e i suoi seguaci, noti come 'la famiglia Manson', uccisero sette persone nel "massacro di Bel Air". Quei crimini hanno scioccato la società americana e hanno segnato un punto simbolico nella controcultura degli anni '60 e del movimento hippie. Tra gli assassinati c'era l'attrice Sharon Tate, che stava per dare alla luce il suo primo figlio, frutto della sua relazione con il regista Roman Polanski.

 

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati

Foto tratta dal profilo Twitter

Libano, diplomatica britannica strangolata dopo violenza sessuale

Il suo cadavere è stato trovato sul ciglio di una strada

Igor interrogato in Spagna: "Accetto processo in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna