Giovedì 29 Marzo 2018 - 09:15

Calcio in lutto, morto a 71 anni Mondonico: allenò Atalanta e Torino

Ha portato avanti per anni la sua battaglia contro il cancro. Nel 2012 la sua ultima esperienza da tecnico sulla panchina del Novara

Ufficiale, il Novara esonera Tesser al suo posto Mondonico

Lutto nel mondo del calcio. È morto all'età di 71 anni Emiliano Mondonico, ex tecnico di Atalanta e Torino. Lo riporta l'Eco di Bergamo. L'allenatore lombardo, nato a Rivolta d'Adda, in provincia di Cremona, il 9 marzo del 1947, era ricoverato da qualche giorno a Milano. Il 'Mondo', come era stato soprannominato da tifosi e addetti ai lavori, ha portato avanti per anni la sua battaglia contro il cancro.

In carriera ha allenato il Torino, con cui ha vinto una Coppa Italia e disputato una finale di Coppa Uefa, oltre che Cremonese, Atalanta, Napoli, Cosenza, Fiorentina e Albinoleffe. Nel 2012 la sua ultima esperienza da tecnico sulla panchina del Novara.  Con un tweet la Lega Serie A ha ricordato Mondonico "Personaggio amato da tutto il mondo del calcio oltre i colori della maglia, ricorderemo sempre la tua generosità e i tuoi valori. Riposa in pace". 

Commuovente il saluto della figlia Clara su Facebook: "Ciao Papo.... sei stato il nostro esempio e la nostra forza... ora cercheremo di continuare come ci hai insegnato tu... eternamente tua". E quello dell'Atalanta, sul proprio sito ufficiale: "Se n'è andato un pezzo importante di storia atalantina, ma mai potrà essere dimenticato. In momenti come questo si fa sempre tanta fatica a trovare le parole, forse perché non ce ne sono - si legge ancora - Ciao mister, ciao 'Mondo'". Sulla panchina degli orobici Mondonico ottenne una promozione dalla B alla A nel 1987/88 arrivando a disputare la semifinale di Coppa delle Coppe contro il Mechelen. Nelle due successive stagioni ottenne un sesto (1988/89) e un settimo posto (1989/90) in Serie A con relativa qualificazione alla Coppa Uefa. Ritornò ad allenare l'Atalanta dal 1994 al 1998 con un'altra promozione in Serie A e la conquista della finale di Coppa Italia. In lutto anche il Torino:  "Il calcio perde un apprezzato professionista, il Toro piange un amico. Ciao Mondo, ci mancherai. "Il presidente Urbano Cairo e tutto il Torino Football Club - dirigenti, dipendenti, allenatori, calciatori, settore giovanile - profondamente addolorati, esprimono il commosso cordoglio e la vicinanza ai famigliari di Emiliano Mondonico, mancato oggi all'affetto dei suoi cari e dei suoi tantissimi amici - si legge nella nota diffusa dal club piemontese - Ex calciatore granata e poi allenatore del Toro con cui ha vinto una Coppa Italia e la Mitropa Cup, Emiliano Mondonico è entrato nella storia della nostra Società e nel cuore di tutti i tifosi, oltre alle specifiche competenze, per il coraggio e per il suo spirito indomito, qualità che lo hanno anche contraddistinto come uomo sino all'ultimo". 

"Uniti nel dolore, il presidente Aurelio De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli esprimono profondo cordoglio per la morte di Emiliano Mondonico". Il Napoli ha ricordato così il tecnico lombardo, che ha guidato gli azzurri nella stagione 2000/01. "Mondonico ha saputo coniugare carattere e spiccata personalità in campo a ironia e sagacia nel suo stile sempre originale, incisivo e apprezzabile anche nelle vesti di commentatore televisivo", si legge sul sito ufficiale della società campana. Anche il Milan si è unita al cordoglio per la morte di Emiliano Mondonico: "Avversario vero, avversario leale. Emiliano Mondonico e il suo senso dello sport mancheranno a tutti". E la Fiorentina: "Proprietà, Dirigenza e tutta la Fiorentina - si legge in una nota pubblicata sul sito ufficiale della società viola - si stringono alla famiglia per la scomparsa di Emiliano Mondonico. Emiliano, oltre ad essere stato un grande tifoso viola, è stato l'allenatore che ha riportato la Fiorentina in Serie A nel 2004 e per questo resterà per sempre nella nostra storia e nei nostri cuori. Mondonico è sempre rimasto vicino alla Fiorentina e siamo felici di averlo celebrato in occasione della festa dei 90 anni della Società Viola, come uno dei più importanti allenatori della storia gigliata". 

Su Twitter Roberto Mancini, attuale tecnico dello Zenit San Pietroburgo, ha scritto: "Ciao Mondo, sei stato un grande!". 

Su Facebook con una nota pubblicata sulla propria pagina l'Associazione italiana allenatori calcio ha espresso il proprio cordoglio: "Il presidente Renzo Ulivieri, il direttore generale Giuliano Ragonesi, il Consiglio nazionale e tutta la grande famiglia Aiac - è scritto nel post - piangono la scomparsa di Emiliano Mondonico. Ai suoi cari le condoglianze di tutta l'Associazione italiana allenatori calcio".

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Gaetano Scirea

Gaetano Scirea: avrebbe 65 anni il 'gentleman' del calcio italiano

Morì in un incidente in Polonia nel 1989. Dai sette Scudetti con la Juve alla Coppa del Mondo: gli straordinari traguardi di uno dei difensori più forti di sempre

Coverciano, primo giorno di ritiro per la Nazionale di Roberto Mancini

Mancini alla prova del primo ritiro: "Possiamo dare molto. Buffon? Porte aperte"

Stesso discorso anche per De Rossi. Grandi speranze su Balotelli: "Dipende tutto da lui, dovrà dare il massimo"

Sampdoria - Napoli

Sarri rifiuta lo Zenit e si avvicina al Chelsea

Ma resta da risolvere il nodo di Conte, legato ai 'Blues' ancora per una stagione

TOPSHOT-FBL-LIGA-ESP-BARCELONA-REAL SOCIEDAD

Ufficiale, Iniesta al Vissel Kobe: "Sfida importante per la mia carriera"

L'ingaggio dello spagnolo sarà di circa 30 milioni di dollari