Martedì 31 Maggio 2016 - 10:15

Morti per Aids calati del 26% negli ultimi cinque anni

Onu: 17 milioni di persone in tutto il mondo ricevono la terapia antiretrovirale

Morti per Aids calati del 26% negli ultimi cinque anni

Il numero di morti per Aids negli ultimi cinque anni si è ridotto del 26% grazie al fatto che 17 milioni di persone in tutto il mondo ricevono la terapia antiretrovirale. È quanto afferma l'ultimo rapporto presentato oggi dal Programma delle Nazioni unite per la lotta contro l'Aids (Unaids). La copertura del trattamento contro l'Hiv è aumentata a livello globale, specialmente nella regione più colpita, cioè quella del sud e dell'est dell'Africa, dove l'accesso agli antiretrovirali è passato dal 24% del 2010 al 54% del 2015, il che ha reso possibile il trattamento su oltre 10 milioni di persone.
 

"Invitiamo tutti i Paesi ad approfittare di questa opportunità senza precedenti per avviare programmi di prevenzione e trattamento contro l'Aids con l'obiettivo di porre fine all'epidemia nel 2030", ha affermato il direttore esecutivo di Unaids, Michel Sidibe, durante la presentazione del rapporto a Nairobi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Tumori al polmone, nuova macchina per la ricerca

Un test per fotografare il cancro: la nuova frontiera della lotta alla malattia

L'esame sfrutta il 'Tumor Mutational Burden', un biomarcatore che misura le alterazioni molecolari

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Aborto, nel 2016 meno della metà del 1982: tutti i dati

Una donna su tre è straniera, il 60% delle strutture ospedaliere lo pratica, 7 su 10 i medici obiettori

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Quarant'anni di 194: ma l'aborto rischia di tornare alle mammane

Molte ombre sull'applicazione: obiezione di coscienza, Ru486, contraccezione. E il lavoro di una lobby europea che vuole tornare indietro sui diritti

Lancio di palloncini e Duomo illuminato di rosa per la ricerca contro il cancro

Un figlio dopo il cancro. Sette donne su dieci ci riescono

Uno studio di Institute Marques (Barcellona). Le tecniche lo permettono e la recidiva è molto bassa